Dott.ssa Luisella Troyer
Chirurgo Vascolare a Milano

1000 casi clinici trattati con successo.
20 anni di chirurgia vascolare.
Alta diagnostica non invasiva.
L'eccellenza nella cura delle linfopatie.
Oltre trent'anni d'esperienza per curarti.
La medicina sempre al tuo servizio.



Attenzione: quest'articolo tratta di materie a carattere medico scientifico.
Per quanto le informazioni in esso contenute siano state selezionate e riportate con cura e con la massima precisione scientifica, non possono e non potranno mai sostituire il parere medico o una visita medica specialistica, e debbono pertanto essere utilizzate per uso esclusivamente informativo.
In caso di dubbi e o domande, chiedi sempre consiglio ad un medico.

La cura del linfedema a Milano

Il trattamento del linfedema a Milano

Il linfedema è l'accumulo patologico di liquido linfatico nel tessuto sottocutaneo ed è una patologia cronica irreversibile ad andamento evolutivo.
Il sistema linfatico comunica con il sistema cardiovascolare e svolge funzioni importanti per l’organismo: nello specifico, il sistema linfatico decorre come il circolo venoso dalla periferia verso il cuore.
Le sue funzioni principali sono di smaltimento di proteine, batteri, virus e materiale tossico che non viene rimosso dai capillari sanguigni e che invece entrano nel circolo linfatico.
La linfa, scorrendo lungo i vasi linfatici, viene veicolata filtrata nei linfonodi che sono adibiti alla risposta immunitaria in caso di presenza di batteri e virus; quando il normale flusso linfatico viene ostacolato, il liquido si accumula, originando il tipico gonfiore che caratterizza il linfedema.
L'ostruzione linfatica costituisce un'affezione cronica debilitante, in costante crescita nella popolazione italiana.
Purtroppo non esiste una cura specifica e totalmente risolutiva per il linfedema: ad ogni modo, il linfedema può essere gestito mediante esercizi specifici volti al controllo del gonfiore, tra cui il drenaggio linfatico manuale.
L’edema linfatico è caratterizzato da un elevato contenuto proteico: la concentrazione proteica interstiziale a livello dei tessuti periferici determina una flogosi cronica che induce lo sviluppo di una progressiva fibrosi tissutale esponendo il paziente a continui rischi infettivi e ulcerativi.

Quanti tipi di linfedema ci sono?

Il trattamento del linfedema a Milano

A livello prettamente patologico, viene distinto in linfedema primitivo o essenziale ed il linfedema secondario.
Il linfedema primitivo si manifesta alla nascita o nelle decadi di vita successive sino a dopo la V, a causa di malformazioni congenite del sistema linfatico (aplasia, ipoplasia delle vie linfatiche associate a malformazione dei linfonodi delle principali stazioni linfatiche).
Il linfedema secondario, largamente il più diffuso, compare in seguito ad interventi di chirurgia oncologica (mammella, utero, vescica, prostata, ecc.), chirurgia ortopedica, a traumi, trapianto renale, radioterapia e via discorrendo.

Quanto è frequente il linfedema?

Il trattamento del linfedema a Milano

Secondo l'OMS, attualmente in Italia si verificano 40.000 nuovi casi all'anno e l’incidenza della patologia tende ad aumentare.
Il linfedema, nelle forme medie e gravi, comporta una grave e gravissima disabilità dovuta all’impotenza funzionale dell’arto colpito, al peso legato all’aumento volumetrico dell’arto, alla presenza di gravi lesioni trofiche cutanee (v. classificazione ICF scala di disabilità motoria nelle patologie da accumulo di liquidi), oltre all’insorgenza di notevoli difficoltà psicologiche.

Il linfedema è riconosciuto come patologia?

In Italia il linfedema è riconosciuto da poco come patologia ma non come condizione invalidante (non è infatti contemplato in alcun tipo di invalidità sia essa parziale o totale), a differenza di Germania, Francia, Belgio, Austria dove sono nate le principali scuole di linfodrenaggio e bendaggio linfologico ed esistono strutture dedicate solo a queste patologie, che accolgono ancora numerosi pazienti italiani che non trovano cure adatte in Italia.

Come si cura il linfedema?

Il trattamento del linfedema a Milano

La terapia dei linfedemi è terapia fisica: non esistono farmaci che possano migliorare la condizione clinica.
Tutti i principali autori internazionali concordano nel ritenere necessaria una combinazione di diversi trattamenti denominata “Fisioterapia complessa decongestiva” (Casley-Smith, Leduc, Földi, Vodder Consensus Conference – New York, 1998).
La fisioterapia complessa decongestiva si basa sull’integrazione di più terapie fisiche quali: detersione della cute, linfodrenaggio manuale, bendaggio multistrato ed esercizi decongestivi ad arto bendato.
Ognuna di queste terapie contribuisce in diversa maniera al raggiungimento del risultato clinico, ed ognuna deve essere usata in buona combinazione con le altre per ottenere dei risultati soddisfacenti e riportare la qualità di vita del paziente a livelli apprezzabili.

Chi sono gli specialisti per la cura del linfedema?

Il trattamento del linfedema a Milano

Diverse sono le figure specialistiche chiamate ad operare in maniera sinergica e in base alla propria competenza nelle varie fasi del trattamento: fisiatri, chirurghi vascolari, infermieri, fisioterapisti, etc.
Un ruolo fondamentale nel trattamento del linfedema è svolto dal fisioterapista le cui funzioni sono, una volta avvenuto l’inquadramento clinico del paziente, quelle di gestire l’intera fase intensiva del trattamento eseguendo in prima istanza misurazioni e rilevamenti fotografici degli arti, linfodrenaggio, bendaggio multistrato e esercizi decongestivi.
L'attività fisioterapica deve essere sempre monitorata nel tempo da un medico specializzato in linfologia, che saprà gestire tutta la cartella clinica del paziente, analizzarne l'evoluzione e definire nel tempo il piano di mantenimento, evitando quindi pericolose ricadute.

Qual'è l'importanza dei tutori nella cura del linfedema?

Il trattamento del linfedema a Milano

Al termine dei cicli di terapia fisica i pazienti affetti da linfedema devono indossare delle calze o bracciali elastici che sono l'unica “arma” per contrastare l'edema nella vita quotidiana del paziente.
In termine medico vengono chiamati “tutori elastici”, ed il loro uso costante è imperativo per mantenere i benefici della terapita fisica ed impedire la recrudiscenza della patologia.
Essendo compressori meccanici, i tutori elastici sono soggetti naturalmente ad usura, oltre al fatto ovvio che bisognerebbe sempre averne almeno due per volta per poterli lavare.
Vanno perciò rinnovati ogni circa 4-6 mesi, e comunque ogni qual volta la loro funzionalità compressiva s'affievolisce.

Dove si può trattare efficacemente il linfedema?

Il trattamento del linfedema a Milano

Il servizio di flebolinfologia rappresenta, per le modalità del servizio erogato e le necessità assistenziali, il luogo ideale per accogliere pazienti con linfedemi ingravescenti di media-grande entità con una severa implicazione sia dell’apparato vascolare sia cutaneo.
Diversamente dalla modalità di accesso presso il mio studio, i servizi ambulatoriali, per la diversa modalità del servizio erogato, non permettono di ottenere nei pazienti di cui sopra i medesimi risultati clinici oltre a risultare, dal punto di vista di una valutazione costi-benefici, economicamente svantaggiosi per il Servizio Sanitario Nazionale perché richiedono nel lungo periodo un più alto numero di prestazioni per paziente.
Al contrario, possono sicuramente svolgere un ruolo fondamentale nella gestione dei linfedemi di lieve entità.

Il mio trattamento per la terapia del linfedema

Il trattamento del linfedema a Milano

La tecnica utilizzata nel mio studio per il trattamento dei pazienti con linfedema in regime di Mac prevede le seguenti fasi:

  1. Sbendaggio (personale infermieristico)
  2. Detersione della cute (personale infermieristico)
  3. Misurazioni Linfodrenaggio manuale
  4. Bendaggio multistrato
  5. Esercizi decongestivi Tapis roulant/mobilizzazione segmentaria

Attraverso un rilevamento delle circonferenze a vari livelli e delle volumetrie è possibile dimensionare con un buon margine di precisione l’arto linfedematoso rispetto all’arto controlaterale e consentire, in maniera più obiettiva possibile, un monitoraggio nel corso del trattamento e nel tempo.
La tecnica di bendaggio impiegata all’interno dell’Istituto Clinico Città Studi è insegnata dal 2008 presso l’Università Statale di Milano nel Corso di Perfezionamento in linfologia Oncologica diretto dal prof. Verdoia all’interno dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Gli standard qualitativi raggiunti dall’ICCS in termini di riduzioni volumetriche sono risultati sovrapponibili ai centri di eccellenza europei (FeldbergKliniK e FöldiKliniK) e attestano, per quanto riguarda l’arto inferiore, riduzioni volumetriche in media del 51,2% sugli ultimi 10 casi non omologhi di linfedema primitivo e secondario di media-grande entità.1
A Milano nostra struttura è l’unica ad occuparsi di Linfedemi primitivi, che secondo le statistiche internazionali sono il 50% dei casi.

1Dati aggiornati al 2010 e calcolati sulle due settimane di trattamento attraverso una tecnica di misurazione volumetrica indiretta, secondo i parametri dell’International Society of Lymphology.
Misura del 49,45%  per quanto riguarda l’arto superiore su gli ultimi 10 casi omologhi di linfedema secondario di media-grande  entità trattati al 2011

Vascologia, angiologia e terapia del linfedema a Milano
Quindi ricorda che...
  • Il linfedema è l'accumulo patologico di liquido linfatico nel tessuto sottocutaneo ed è una patologia cronica irreversibile ad andamento evolutivo;
  • Il viene distinto in linfedema primitivo o essenziale ed il linfedema secondario;
  • Attualmente in Italia si verificano 40.000 nuovi casi all'anno e l’incidenza della patologia tende ad aumentare;
  • In Italia il linfedema è riconosciuto come patologia ma non come condizione invalidante;
  • La terapia dei linfedemi è terapia fisica: non esistono farmaci che possano migliorare la condizione clinica;
  • Non esistono al momento farmaci specifici o tecnica chirurgica certa ed efficace per curare il linfedema;
  • La fisioterapia complessa decongestiva si basa sull’integrazione di più terapie fisiche quali: detersione della cute, linfodrenaggio manuale, bendaggio multistrato ed esercizi decongestivi ad arto bendato;
  • I tutori elastici e la terapia fisica sono le uniche armi efficaci per contrastare il linfedema

Soffri di linfedema a Milano? Posso aiutarti

Contatta il tuo chirurgo vascolare a Milano

Il mio studio di Milano è specializzato nella diagnosi e nel trattamento di tutte le patologie del sistema vascolare e linfatico, con un'elevata attenzione nel trattamento del linfedema.
Da me troverai le più moderne strumentazioni per l'analisi non invasiva delle patologie vascolari con apparecchiature di alto livello, oltreché avrai tutto il supporto ed il follow-up necessario, con trattamento personalizzato, per aiutarti a diagnosticare e curare per tempo la tua problematica.
Vent'anni di chirurgia vascolare e oltre 1000 casi clinici trattati con successo, l'eccellenza nella cura delle linfopatie e trent'anni di esperienza medica sempre al tuo servizio.

Mandami un messaggio

Compila tutti i campi del modulo sottostante e verrai ricontattato entro 24 ore.

*
* Ho letto ed accetto la privacy policy
* Dichiaro di avere ricevuto le informazioni di cui all’art. 13 del D.lgs. 196/2003 in particolare riguardo ai diritti da me riconosciuti dalla legge ex art. 7 D.lgs. 196/2003, ed acconsento al trattamento dei miei dati con le modalità e per le finalità indicate nella informativa stessa.
I miei pazienti dicono:
‟Dopo anni di soldi e salute spesi inutilmente, finalmente un medico umano e comprensivo.
Questa è la medicina che voglio!”
Michela
‟Ho subito un intervento di ricostruzione di un linfovaso ma con esiti drammatici.
Grazie alla Dottoressa vivo ancora."
Andrea
‟Bisogna ascoltarla e perserverare nel trattamento decongestivo: solo così si ottengono eccellenti risultati col linfedema."
Diego