Dott.ssa Luisella Troyer
Chirurgo Vascolare a Milano

1000 casi clinici trattati con successo.
20 anni di chirurgia vascolare.
Alta diagnostica non invasiva.
L'eccellenza nella cura delle linfopatie.
Oltre trent'anni d'esperienza per curarti.
La medicina sempre al tuo servizio.



Attenzione: quest'articolo tratta di materie a carattere medico scientifico.
Per quanto le informazioni in esso contenute siano state selezionate e riportate con cura e con la massima precisione scientifica, non possono e non potranno mai sostituire il parere medico o una visita medica specialistica, e debbono pertanto essere utilizzate per uso esclusivamente informativo.
In caso di dubbi e o domande, chiedi sempre consiglio ad un medico.

Cosa sono le vene varicose?

Cura e trattamento vene varicose a Milano

Le vene varicose (o varici) sono  dilatazioni abnorni e sacculari permanenti ad andamento spesso tortuoso  del sistema venoso superficiale, che affliggono generalmente degli arti inferiori.
Si distinguono diverse tipologie di varici:

  • Varici tronculari, che coinvolgono le vene safene;
  • Varici reticolari, che interessano i rami afferenti alle safene ;
  • Varici safeniche, che si riversano nelle safene;
  • Varici extrasafeniche, cioè al di fuori del territorio safenico;
  • Teleangectasie o microvarici, ovverosia dilatazioni delle venule e dei capillari

Eziologicamente, le varici si distinguono in:

  • Varici essenziali o primitive
    Conseguenti ad alterazioni intrinseche della parete e delle valvole su base costituzionale;
  • Varici secondarie
    Conseguenti ad occlusione del circolo profondo (TVP) con conseguente ritorno venoso attraverso il circolo superficiale, che progressivamente si dilata

Da cosa sono causate le vene varicose?

La reale causa della dilatazione delle vene degli arti inferiori non è ancora stata definita.
Esistono sostanzialmente due teorie per cui si ritengono responsabili, rispettivamente, le valvole e la struttura della parete venosa.
Le due teorie sono:

  1. Teoria emodinamica
    Incontinenza primaria della valvole della safena o delle perforanti;
  2. Teoria parietale
    Alterazione ereditaria della parete venosa con riduzione del tessuto muscolare liscio ,del collagene e di elastina che provoca sfiancamento della parete venosa
Cura e trattamento vene varicose a Milano

Fisiopatologicamente, si apprezza come parte del sangue sospinto verso il cuore durante la deambulazione tende a refluire nel circolo superficiale, determinando un’ipertensione venosa con stasi a livello delle estremità distali con conseguente dilatazione delle vene.
Il sangue, infatti, tende a refluire verso il basso per forza di gravità e quindi a creare nei tessuti più declivi.
Si tratta di un processo patologico lento ma progressivo che può determinare, alla lunga, l’insorgenza di diverse complicazioni: dai semplici problemi estetici (le varici appaiono infatti tortuose ed in rilievo) sino a possibili trombosi, flebiti o alla severa insufficienza venosa cronica.

Quali sono i fattori di rischio per le varici?

I fattori di rischio attualmente accertati per l'insorgenza delle varici sono:

  • Familiarità;
  • Postura
    Le vene varicose si verificano più frequentemente nelle persone che passano molte ore in piedi;
  • Sesso
    Le varici agli arti inferiori colpiscono con maggior frequenza le donne;
  • Obesità;
  • Gravidanza

Quali i sintomi dell'insorgenza delle varici?

Cura e trattamento vene varicose a Milano

sintomi iniziali delle varici (o vene varicose) sono:

  • Sensazione di pesantezza alle gambe dopo aver trascorso molto tempo in piedi;
  • Crampi  al polpaccio;
  • Dolori lungo il decorso delle vene;
  • Edema

Con il passare del tempo i sintomi si possono aggravare e possono manifestarsi:

  • Macchie brune localizzate generalmente nella parte inferiore della gamba, dovute alla fuoriuscita di sangue dalla vena;
  • Eczema, ossia eruzione o rottura di vescicole nella gamba;
  • Aree cutanee più o meno estese, arrossate, dolenti o indurite sulla gamba:
  • Tromboflebite superficiale, ovvero infiammazione della parete venosa che si manifesta con la comparsa di un segmento venoso dolente e indurito su un’area cutanea calda e arrossata;
  • Ulcerazioni (lesioni di lenta guarigione) localizzate in genere in prossimità del malleolo;
  • Sanguinamento spontaneo o a seguito di un trauma dovuto alla rottura di una varice

Come si diagnostica la presenza di varici?

Le vene varicose sono diagnosticate durante una visita specialistica angiologica seguita da EcoColorDoppler venoso agli arti inferiori.

Qual'è la terapia per contrastare le vene varicose?

Cura e trattamento vene varicose a Milano

Il trattamento risolutivo delle vene varicose non è di tipo medico: vasoprottettori e integratori non sono i grado di curare le vena ovvero ripristinarne il loro corretto funzionamento.
Le calze elastiche o compressive  aiutano a rallentare l’evoluzione della malattia e proteggono i tessuti dalla stasi cronica determinata dalla malattia venosa cronica, ma non risolvono la patologia.
L'unica modalità di guarigione consiste nell’eliminare in modo definitivo (chirurgico) le vene varicose: con l'eliminazione chrurgica delle vene varicose le vene sane continueranno a funzionare come hanno sempre fatto ma la circolazione venosa migliorerà, poiché si potrà ripristinare il carico normale di flusso sanguigno precedentemente sovraccaricato dalle varici.
La terapia chirurgica comprende:

  • Tecniche ablative;
  • Tecniche conservative;
  • Trattamenti endovascolari

Le tecniche ablative sono il vecchio stripping delle safene, che ha dato negli anni passati buoni risultati ma ha un alto tasso di recidive.
Inoltre è una metodica molto invasiva che richiede un tempo di guarigione abbastanza lungo.
Le tecniche conservative, la  cui finalità  è quella di non eliminare completamente le varici, mirano a ripristinare il flusso fisiologico.
Hanno soventemente dato scarsi risultati nel passato, e hanno un alto tasso di recidive.
I trattamenti endovascolari invece mirano a chudere i vasi senza eliminarle fisicamente.
Si dividono in:

  • Trattamento con radiofrequenza;
  • Trattamento laser

Entrambe le tecniche, termoablative, sono mirate all’occlusione del tronco safenico.
Sebbene il meccanismo fisico con cui viene prodotto il danno termico della parete venosa è differente per il laser e la radiofrequenza, le due due procedure sono molti gli elementi in comune:

  • Agiscono determinando un danno termico della parete venosa, che innesca il processo di flogosi parietale e quindi di sclerosi della vena trattata;
  • Sono procedure mini-invasive, cioè non prevedono ferite chirurgiche;
  • Possono essere eseguite in anestesia locale con/senza tumescenza, praticata dallo stesso operatore che esegue la termoablazione, risultando molto adatte a un trattamento realmente ambulatoriale;
  • Il tasso di complicanze è modesto;
  •  I risultati a distanza sono ottimi, con un tasso di occlusione del tronco safenico a 6 anni di follow-up molto alto, compreso tra il 90 e il 100%;
  • Il decorso postoperatorio è poco doloroso e pertanto consente una efficace e rapida ripresa delle attività personali, sociali e lavorative

Il trattamento delle varici con radiofrequenza

Cura e trattamento vene varicose a Milano

Con il trattamento delle varici per mezzo di radiofrequenza s'inserisce una sonda all'interno della vena malata e, tramite inpulsi radio ad alta frequenza, si produce del calore che fa chiudere le pareti delle vene.
Attualmente sono disponibili due cateteri per radiofrequenza, il closure fast (Radiofrequency-powered segmental thermal obliteration) e il RFiTT (Radiofrequency Induced Thermotherapy).
L'intervento viene fatto in anestesia locale ed il paziente può tornare a casa dopo un paio d'ore, camminando autonomamente senza l'aiuto di tutori.
La guarigione completa è generalmente rapida, e dopo circa una settimana il paziente può riprendere la regolare attività lavorativa e quotidiana.

Il trattamento delle varici con laser

Il trattamento delle varici per mezzo del laser è sostanzialmente eguale a quello per mezzo radiofrequenza, con la differenza fondamentale che la chiusura interne delle vene è causata da un fascio di luce amplificata (laser) e non da onde elettromagnetiche ad alta energia.
Il materiale utilizzato per la cura lasere endovenosa (EVLA - Endovenous Laser Ablation) si è evoluto negli anni, passando da quello originario, un laser a diodi da 810 nm e fibra ottica di 600 micron a punta piatta (Min, 2001), ai laser a lunghezza d’onda progressivamente maggiore (940, 980, 1320, 1470, 1550 nm) e fibre ottiche con punta protetta (jacket fiber) per evitare il contatto con la parete venosa, oppure ad emissione radiale (radial fiber).
Il gold standard attuale è costituito da un laser a diodi 1470 nm.
A livello internazionale, da qualche anno, il trattamento laser delle varici è considerato il trattamento di prima scelta nella malattia varicosa; ciò è dovuto alla bassa percentuale di recidive rispetto alla radiofrequenza e ad un costo dei materiali e delle apparecchiature più contenuto.
Anche in seguito a terapia laser (eseguita in anestesia locale), il paziente può tornare a casa deambulando in completa autonomia dopo circa due ore dall'intervento: la guarigione completa avviene di norma entro 7 giorni, e ad essa s'associa un ritorno alle regolati attività lavorative e sociali.

I servizi del mio studio per risolvere i tuoi problemi di vene varicose

Nel mio studio troverai un'ampia gamma di servizi e trattamenti per risolvere ogni tua problematica relativa alle varici.
Ogni trattamento è personalizzato per la tua situazione patologica e per lo stato effettivo delle tue vene varicose; ogni visita è correlata esame EcoColorDoppler utile anche per la mappatura delle varici.
Tra i trattamenti chirurgici d'eccellenza che trovi nel mio studio posso ricordarti:

  • Trattamento laser della vena grande e piccola safena;
  • Trattamento laser di rami collaterali safenici;
  • Varicectomie e flebectomie;
  • Scleroterapia post trattamento laser

Oltre 20 anni d'esperienza di chirurgia vascolare sono a tua disposizione per risolvere definitivamente il problema delle tue vene varicose: rapidamente e senza dolore.

Vascologia, angiologia e terapia del linfedema a Milano
Quindi ricorda che...
  • Le vene varicose sono dilatazioni abnorni e sacculari permanenti ad andamento spesso tortuoso del sistema venoso superficiale;
  • La reale causa della dilatazione delle vene degli arti inferiori non è ancora stata definita;
  • Le vene varicose sono diagnosticate durante una visita specialistica angiologica seguita da EcoColorDoppler venoso agli arti inferiori;
  • Il trattamento risolutivo delle vene varicose non è di tipo medico;
  • Le varici possono essere trattate con laser, radiofrequenza o trattamento sclerosante

Soffri di vene varicose a Milano? Posso aiutarti

Contatta il tuo chirurgo vascolare a Milano

Il mio studio di Milano è specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle vene varicose.
Da me troverai le più moderne strumentazioni per l'analisi non invasiva delle tue varici con apparecchiature di alto livello, oltreché avrai tutto il supporto ed il follow-up necessario, con trattamento personalizzato, per aiutarti a diagnosticare e curare per tempo la tua problematica.
Trattamenti laser, varicectomie, flebectomie e trattamenti scleroterapici secondo i più elevati standard d'eccellenza.
Vent'anni di chirurgia vascolare e oltre 1000 casi clinici trattati con successo, l'eccellenza nella cura delle linfopatie e trent'anni di esperienza medica sempre al tuo servizio.

Mandami un messaggio

Compila tutti i campi del modulo sottostante e verrai ricontattato entro 24 ore.

*
* Ho letto ed accetto la privacy policy
* Dichiaro di avere ricevuto le informazioni di cui all’art. 13 del D.lgs. 196/2003 in particolare riguardo ai diritti da me riconosciuti dalla legge ex art. 7 D.lgs. 196/2003, ed acconsento al trattamento dei miei dati con le modalità e per le finalità indicate nella informativa stessa.
I miei pazienti dicono:
‟Le mie varici non erano solo un problema estetico: le gambe gonfie e pesanti mi hanno ucciso per anni. Tutto finito grazie a lei!”
Loretta
‟Avere gambe belle è importante ma, almeno per me, eliminare il gonfiore perenne e la stanchezza sempre presente è stato fondamentale."
Claudia
‟Direi che è un medico eccezionale, senza ombra di dubbio: non sovrastima e non sottostima, e questo direi che sia indicativo."
Federica