Dott.ssa Luisella Troyer
Chirurgo Vascolare Angiologo a MilanoAngiologo a Milano

Specializzata in linfedema e lipedema

Migliaia di casi clinici trattati con successo.
20 anni di Chirurgia Vascolare.
Alta diagnostica non invasiva.
L'eccellenza nella cura delle linfopatie.
La costante ricerca medica sul lipedema.
Oltre trent'anni d'esperienza per curarti.
Il tuo Angiologo a Milano.

Dottoressa Luisella Troyer Chirurgo Vascolare a Milano

Hai un problema?
Chiedi aiuto alla
Dott.ssa Luisella Troyer.
È QUI PER AIUTARTI,
SEMPRE.

Richiedi ora l'aiuto della
Dott.ssa Luisella Troyer
Lasciaci ora il tuo numero, e ti richiameremo subito.
Riceverai una chiamata entro 24 ore

I miei pazienti dicono:
‟Sono andata sino a Milano dalla Sardegna solo per lei: mai viaggio fu più benedetto! Grazie Dottoressa!” Annalisa
‟Finalmente, sono riuscita a tornare ad una condizione di fisico invidiabile. Non è stato facile, ma la Dottoressa è stata sempre accanto a me." Sofia
‟Persona stupenda: umana, seria, incredibile la sua capacità di diagnosi. Tornerò sicuramente per monitorare la mia terapia, per ora grazie." Claudio

Attenzione: quest'articolo tratta di materie a carattere medico scientifico.
Per quanto le informazioni in esso contenute siano state selezionate e riportate con cura e con la massima precisione scientifica, non possono e non potranno mai sostituire il parere medico o una visita medica specialistica, e debbono pertanto essere utilizzate per uso esclusivamente informativo.
In caso di dubbi e o domande, chiedi sempre consiglio ad un medico.

Quest'articolo è stato aggiornato dalla Dott.ssa Luisella Troyer il giorno: lunedì 06 dicembre, 2021

Luisella Troyer - MioDottore.it

Il Linfodrenaggio Medico a Milano

Il trattamento del linfedema a Milano

Sei affetto da linfedema, causato da una stasi linfatica?
Si è rigonfiato uno dei tuoi arti, o una qualsiasi altra parte del corpo, dopo un intervento di rimozione oncologica, oppure l’edema si è sviluppato da solo, anche dopo una banale distorsione di caviglia o piede?
Il linfedema è una patologia altamente invalidante e in costante aumento: solo in Italia, si stima che si verifichino più di 40.000 nuovi casi l’anno, con percentuali in ascesa da almeno due decenni.

Questo sistematico aumento è molto probabilmente dovuto all’aumento dell’età media di vita della popolazione, e al conseguente aumento di rischio di sviluppo di neoplasie, con relativa terapia chemio o chirurgica.

A Milano, lo studio della Dott.ssa Luisella troyer è specializzato da anni nel trattare casi gravi e gravissimi di linfedema, grazie al Linfodrenaggio Medico, compreso nella Terapia Complessa Decongestiva.
Continua a leggere questa pagina per scoprire di più sul Linfodrenaggio Medico, quando può essere fatto e che benefici può portare alla tua condizione di paziente affetto da linfedema.

Cos’è la stasi linfatica?

Per stasi linfatica, in medicina, s’intende un’interrotta oppure ostruita circolazione della linfa nei vasi che formano il sistema linfatico.
Tale ostruzione può generare, se non opportunamente trattata, una situazione di accumulo anomalo di linfa che, non correttamente drenata, ristagna e rigonfia la parte del corpo adiacente al danneggiamento linfatico.

La linfa è un liquido di scarto, sotto-prodotto del normale metabolismo cellulare.
È di norma trasparente, contiene principalmente proteine, virus, batteri, anticorpi ma anche sostanze lipidiche.
Viene riversata dai tessuti degli organi nello spazio interstiziale, dove è continuamente assorbita da sottilissimi vasi, chiamati vasi linfatici.

I vasi linfatici assorbono la linfa e, tramite in intricato e capillare sistema di trasporto che arriva in ogni parte del corpo, riversano il liquido di scarto nella circolazione reflua (venosa), completando quindi il drenaggio.
La linfa è prodotta in grande quantità dal corpo: in circa 24 ore, ne vengono prodotti circa due litri.
Anche grazie al sistema linfatico, l’organismo riesce quindi a bilanciare correttamente il suo fabbisogno idrico, impedendo sia la disidratazione che, ovviamente, il rigonfiamento.

Quando questo continuo assorbimento di linfa da parte del sistema linfatico s’interrompe, per un danno alle vie di drenaggio, la parte del corpo isolata dalla circolazione linfatica non riesce più a smaltire la linfa, che s’accumula sempre di più, fino a gonfiare la parte malata, distorcendone la normale forma e, nei casi più gravi, lacerando addirittura la pelle (gemizio di linfa).
In questi casi, si parla di linfedema.

Il linfedema è dunque una grave patologia causata dalla stasi linfatica, capace di compromettere seriamente sia la qualità di vita del paziente e sia la sua salute generale, poiché spesso portatrice di altre patologie correlate (ad esempio, le linfangiti), anche’esse gravi ed invalidanti.

Perché si danneggia il sistema linfatico?

Il sistema linfatico umano
Lo schema del sistema linfatico umano

Abbiamo detto che il linfedema è causato da una stasi linfatica, a sua volta generata da qualcosa di anomalo nella normale circolazione della linfa nel corpo.
Il sistema linfatico si può danneggiare per due cause:

  • Un intervento oncologico di rimozione di una neoplasia (tumore), e in questo caso si parla di linfedema chirurgico (o acquisito)
  • Una malformazione congenita del sistema linfatico, che può rimanere sopita anche per molti anni prima di manifestarsi, e in questo caso si parla di linfedema primitivo

I linfedemi chirurgici sono in costante aumento nel Paese, da ormai molti decenni.
Si sviluppano poiché, in caso di rimozione della massa tumorale, spesso il chirurgo è costretto a togliere anche la più vicina stazione linfonodale, poiché potrebbe essere infetta da aderenze neoplastiche.
Circa il 20% dei pazienti oncologici sviluppa statisticamente il linfedema, che può presentarsi anche dopo molti anni dall’evento chirurgico effettuato.

I linfedemi primitivi sono invece imputabili ad una malformazione congenita del paziente, ovverosia ad una parte di sistema linfatico nato già malformato.
Spesso è una situazione che rimane latente anche per molti anni dalla nascita, e che si manifesta in maniera improvvisa, sovente in concomitanza con altre situazioni apparentemente scollegate, come una banale distorsione o una puntura d’insetto.
Esattamente come i linfedemi chirurgici, anche nei linfedemi primitivi si assiste ai medesimi sintomi: gonfiore dell’arto o della parte interessata dalla stasi linfatica e suo conseguente indurimento, che spesso sfocia in vera e propria difficoltà di movimento per il paziente.

C’è una cura per il linfedema?

No, al momento il linfedema è una patologia cronica ed irreversibile.
La sua irreversibilità è data dal fatto che la stasi linfatica è causata da un danneggiamento dei vasi linfatici o dei linfonodi adiacenti la parte edematosa, che al momento non possono essere ricostruiti.

L’odierna tecnica chirurgica non consente infatti di ricostruire parti del sistema linfatico danneggiato, ma si limita al massimo a provvedere a degli shunt (connessioni) della parte affetta da stasi verso altri punti del sistema venoso, nel tentativo di bypassare il blocco linfatico.
Una tecnologia che da ancora risultati contrastanti, che spesso finisce per peggiorare la situazione generale del sistema linfatico e che comunque non esenta il paziente dal seguire, a vita, le indicazioni terapeutiche di mantenimento.

Al momento, l’OMS ha definito il Gold Standard per il linfedema la Terapia Complessa Decongestiva.
Tale terapia prevede una serie di trattamenti combinati, con approccio multidisciplinare, tra cui uno dei cardini è il Linfodrenaggio Medico.

Cos’è il Linfodrenaggio Medico?

Il Linfodrenaggio Medico è un trattamento medico, parte fondamentale della Terapia Complessa Decongestionante.
Ideato e codificato negli anni ’30 del 1900 dal fisioterapista danese Dott. Emil Vodder, il Linfodrenaggio Medico si basa si una serie di manovre rigorosamente manuali, in grado sia di facilitare il drenaggio della linfa nei vasi sani che, cosa di estrema importanza per i pazienti affetti da linfedema, indirizzare il ristagno di linfa verso i vasi funzionali, bypassando dunque le ostruzioni.

Il trattamento si basa sull’alternanza della pressione sui diversi punti della zona da trattare, che causa a sua volta uno spostamento dei liquidi, idealmente indirizzato verso le stazioni linfonodali più prossime e ancora sane ed attive.

Il trattamento del linfedema a Milano
Paziente con linfedema chirurgico e sviluppo stasi linfatica alla gamba sinistra, trattato con dieci sedute di Terapia Complessa Decongestiva.
Riduzione del 60% dell'edema linfatico (in miglioramento)

La tecnica è eseguita solo da fisioterapisti di grande esperienza, accumulata sia tramite rigorosi ed intensi corsi specialistici che dopo anni di pratica con i pazienti (vera cartina al tornasole che misura la reale efficacia della terapia).
Il massaggio linfodrenante viene eseguito con una serie di movimenti armonici e ritmici, ora lenti ed ora più veloci, con l’intento di rispettare il naturale drenaggio della linfa in una situazione ottimale per il paziente, evitando assolutamente stimoli eccessivi, che possono sovraccaricare i vasi linfatici e causarne la congestione.

Il trattamento del linfedema a Milano
Il cosiddetto "Tempio della Fisioterapia Complessa Decongestionante".
I quattro pilastri rappresentano la struttura portante della terapia, e sono:
1. Cura ed igiene della cute;
2. Linfodrenaggio manuale;
3. Bendaggio compressivo;
4. Ginnastica decongestiva
Affinché il 'tempio' sia eretto e stabile, è necessaria la presenza di tutti e quattro i pilastri

Il Linfodrenaggio Medico non è un trattamento che, al momento, è possibile automatizzare meccanicamente per mezzo di servo-motori controllati elettronicamente: le numerose variabili che lo regolano, difficili da riportare in precisi algoritmi, necessitano ancora della sensibilità della mano umana, e dell'esperienza del fisioterapista.
Ogni paziente affetto da linfedema è un caso particolare e specifico, che necessita quindi di un trattamento di linfodrenaggio particolare e specifico, attualmente impossibile da effettuare per una macchina.

Il trattamento del linfedema a Milano
Linfedema all'arto sinistro inferiore in condizione originaria (sinistra) e dopo Terapia Complessa Decongestiva di sette giorni (destra)

La spesso citata ‘pressoterapia’ non è paragonabile al Linfodrenaggio Medico: non ne fa parte, non rientra nella Terapia Complessa Decongestiva e non è di alcuna utilità per contrastare con efficacia la stasi linfatica ed il linfedema.
Il Linfodrenaggio Medico è un trattamento medico, che necessita di prescrizione e supervisione medica: può essere anche effettuato a domicilio (cosa utile, ad esempio, per pazienti affetti da deficit di mobilità), ma il lavoro del fisioterapista deve comunque essere autorizzato da un Medico e deve essere sempre validato e controllato da quest’ultimo.

Quanto è utile il Linfodrenaggio Medico?

Se ben eseguito e, soprattutto, completato con il bendaggio elastico e la ginnastica ad arto bendato, il Linfodrenaggio Medico completa la Terapia Complessa Decongestionante, l’unica vera arma di trattamento delle stasi linfatiche, in grado di ridare ottima qualità di vita ai pazienti affetti da linfedema.

Il trattamento del linfedema a Milano
Linfedema all'arto destro inferiore in condizione originaria (sinistra) e dopo Terapia Complessa Decongestiva di dieci giorni (destra)

Datosi che, al momento, è impossibile ricostruire parti del sistema linfatico danneggiate, il Linfodrenaggio Medico, rigorosamente accompagnato da cura ed igiene della cute, bendaggio elastocompressivo e ginnastica decongestionante sono il Gold Standard per il trattamento del linfedema.

Il Linfodrenaggio Medico si rende quindi necessario, come terapia, ogni qual volta il Medico specialista in linfologia (Angiologo o Chirurgo Vascolare) diagnostichi una situazione di linfedema da trattare, sia esso primitivo o chirurgico.

Il Linfodrenaggio Medico è equiparabile al linfodrenaggio che si fa nei centri estetici?

Assolutamente no.
Il Linfodrenaggio Medico è un trattamento medico, prescritto da un Medico e somministrato da personale sanitario qualificato (un fisioterapista debitamente formato e con grande preparazione pregressa).
Serve a trattare una patologia, il linfedema, e non è un trattamento estetico, ma funzionale.

Purtroppo, per via del cattivo uso del marketing, spesso ‘linfodrenaggio’ è confuso con un mero intervento estetico, per risolvere una fantomatica ‘ritenzione idrica’ (che non ha senso medico né scientifico), ma il Linfodrenaggio è in realtà un trattamento esclusivamente medico, che non può quindi essere praticato nei centri estetici.

La stasi linfatica del linfedema è quella che viene chiamata ‘ritenzione idrica’?

No, nella maniera più categorica.
La cosiddetta ‘ritenzione idrica’, puro orpello di marketing usato sfruttando la poca preparazione del mercato, non esiste a livello scientifico.
Il corpo umano è capace di bilanciare autonomamente il rapporto dei liquidi necessario alla sua sussistenza, anche grazie all’azione drenante del sistema linfatico.

Una stasi linfatica non è una ‘ritenzione’, ma un blocco del normale drenaggio e flusso della linfa, che in situazioni non patologiche è riversata nel sangue refluo e correttamente smaltita dagli organi depurativi del corpo (reni, fegato, milza, ecc.).
La ‘ritenzione idrica’ dunque, esattamente come la ‘cellulite’, sono termini profondamente scorretti e fuorvianti, purtroppo difficili da eradicare dalla mente dei pazienti dopo anni ed anni di improprio uso.

Il Linfodrenaggio Medico può essere usato per combattere la ‘cellulite’?

Assolutamente no.
Se si intende per ‘cellulite’ la naturale conformazione della pelle di glutei, cosce e caviglie comune a molte donne, questa è di origine genetica e, soprattutto, solida (adipociti).
Il Linfodrenaggio Medico è pensato per spostare i liquidi (la linfa e il liquido interstiziale), non ha effetti sui solidi.

Quante sedute di Linfodrenaggio Medico occorrono per risolvere una situazione di linfedema?

Le sedute totali di Linfodrenaggio Medico sono prescritte dal Medico specialista, e fanno parte della più variegata Terapia Complessa Decongestionante.
È il Medico che, dopo la visita specialistica, redige il piano terapeutico, che può comprendere un numero variabile di sedute di Linfodrenaggio Medico.

Casi gravi di stasi linfatica, con linfedemi importanti, ovviamente necessitano, solitamente, di più sedute di Linfodrenaggio Medico rispetto a casi meno severi.

Ci sono controindicazioni al Linfodrenaggio Medico?

Se ben effettuata da mani esperte, la terapia con Linfodrenaggio Medico è ottimamente tollerata, e garantisce ottimi risultati senza complicanze di alcun tipo.
È comunque un trattamento medico, peraltro molto delicato e con una curva di apprendimento molto elevata, e come tale può essere controindicato in alcuni pazienti.

Il Linfodrenaggio Medico è sconsigliato generalmente in pazienti con grave insufficienza venosa, con linfangiti in corso, con gravi insufficienze renali od epatiche, con flebiti o trombosi superate di recente e, cosa di estrema importanza, nei casi di pazienti con infezioni cutanee (anche di lieve entità).

La pelle del paziente che si deve sottoporre al Linfodrenaggio Medico deve essere tonica, ben idratata e priva di lesioni.
Questo è particolarmente importante poiché i massaggi e le manipolazioni del fisioterapista, giocoforza, necessitano di ottima elasticità cutanea.
Una pelle lesionata od infetta non solo non è adatta ad essere manipolata, ma può subire anche sovra-infezioni aggiuntive, oppure peggiorare quelle esistenti.

Quanto dura una seduta di Linfodrenaggio Medico?

Il tempo di una sessione terapeutica di Linfodrenaggio Medico è variabile, ma solitamente dura dai 40 ai 60 minuti, sebbene non manchino casi di pazienti che necessitino di trattamenti singoli ancora più lunghi.
È il fisioterapista a decidere quanto lavorare per singola seduta, tenendo conto dell’importante obiettivo che impone di non congestionare troppo il drenaggio linfatico dei vasi sani.

Come si conclude una seduta di Linfodrenaggio Medico?

Ogni seduta di Linfodrenaggio Medico si conclude con un particolare bendaggio, a cinque strati, chiamato bendaggio elastocompressivo.
Tale bendaggio serve a spremere in profondità i tessuti, indirizzando la linfa smossa dal massaggio verso le stazioni linfonodali sane.

Il trattamento del linfedema a Milano

Come il Linfodrenaggio Medico, anche il bendaggio elastrocompressivo deve essere effettuato da un fisioterapista di grande bravura ed esperienza: se fatto male, tale bendaggio infatti non solo è inutile ai fini di riduzione dell’edema linfatico, ma può anche causare un peggioramento della situazione, andando a danneggiare i vasi linfatici sani.

Il trattamento del linfedema a Milano

Il bendaggio elastocompressivo è seguito poi dalla ginnastica decongestionante: una serie di esercizi semplici e defaticanti, su supervisione del fisioterapista, che servono a spremere ancora di più i tessuti e a massimizzare l’effetto del bendaggio.

Vascologia, angiologia e terapia del linfedema a Milano
Quindi ricorda che...
  • Il linfedema è un accumulo patologico di linfa, causato da un malfuzionamento del sistema linfatico;
  • La linfa è un liquido capace di coagulare poiché ricco di proteine e, se non drenato correttamente, si accumula nel tessuto interstiziale, causando gonfiore e difficoltà di movimento;
  • La stasi linfatica non è la cosiddetta 'ritenzione idrica';
  • Il linfedema può sorgere dopo un intervento chirurgico di rimozione di un tumore oppure presentarsi spontaneamente, a seguito di una malformazione congenita e di un fattore scatenante (anche banale);
  • Al momento, non esiste una cura farmacologica o chirurgica per ricostruire parti del sistema linfatico danneggiate;
  • La terapia per il linfedema definita Gold Standard dall'OMS è la Terapia Complessa Decongestiva;
  • Il Linfodrenaggio Medico è parte della Terapia Complessa Decongestiva, e serve a smuovere la linfa ristagnante per indirizzarla verso le parti sane del sistema linfatico;
  • Sono il Linfodrenaggio Medico, se ben attuato e parte della Terapia Complessa Decongestiva, può sgonfiare le parti del corpo affette da linfedema;
  • Il Linfodrenaggio Medico è un trattamento medico, e non estetico;
  • Il Linfodrenaggio Medico non c'entra nulla con la 'ritenzione idrica', e può essere praticato solo su prescrizione medica, da personale fisioterapista debitamente formato e con grande esperienza pregressa;
  • Il Linfodrenaggio Medico, in combinazione con un'appropriata cura della cute, col bendaggio elastocompressivo, con la ginnastica decongestionante e con l'uso costante dei tutori elastici è l'unica arma che garantisce al paziente affetto da linfedema una condizione di vita normale;
  • Il Linfodrenaggio Medico serve a smuovere la linfa in stasi, e non ha alcuna efficacia contro la cosiddetta 'cellulite'

Soffri di linfedema a Milano? Sono specializzata nel Linfodrenaggio Medico

Contatta il tuo chirurgo vascolare a Milano

Il mio studio di Milano è specializzato nella diagnosi e nel trattamento di tutte le patologie del sistema vascolare e linfatico, con un'elevata attenzione nel trattamento del linfedema e del suo trattamento attraverso la Terapia Complessa Decongestiva.
Da me troverai le più moderne strumentazioni per l'analisi non invasiva delle patologie linfatiche con apparecchiature di alto livello, oltreché avrai tutto il supporto ed il follow-up necessario, con trattamento personalizzato, per aiutarti a diagnosticare e/o trattare per tempo il tuo linfedema.
Mi avvalgo esclusivamente di collaboratori (tecnici e fisioterapisti) di alta esperienza e qualità, selezionati e formati da me personalmente.
A Milano, il mio studio offre un servizio unico e personalizzato per te, anche con prestazioni a domicilio (nel caso tu abbia deficit di movimento).

Con me sarai preso in carico e curato con un trattamento costante, rigorosamente monitorato nel tempo, e controllerò personalmente passo dopo passo i tuoi miglioramenti, attraverso il percorso della Terapia Complessa Decongestiva.
Troverai inoltre totale supporto per la prescrizione e la costruzione del tuo tutore elastico personalizzato, poiché mi avvalgo della collaborazione delle migliore sanitarie specializzate esclusivamente in tutori per pazienti affetti da linfedema.

Il mio compito è quello di riportarti in buona salute e farti vivere una vita normale e di qualità, tenendo sotto controllo il tuo linfedema.
Vent'anni di chirurgia vascolare e migliaia di casi clinici trattati con successo, l'eccellenza nella cura delle linfopatie e trent'anni di esperienza medica sempre al tuo servizio.

Hai una polizza assicurativa Unisalute?
La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico convenzionato

Se hai una polizza Unisalute, puoi effettuare una visita in convenzione con la Dott.ssa Luisella Troyer.
La Dott.ssa Luisella Troyer è infatti un Medico convenzionato con Unisalute: le visite ed i trattamenti della Dottoressa possono quindi esserti rimborsati dalla tua assicurazione, secondo il tuo piano sanitario.
Chiedi tutte le info al nostro centralino chiamando il 348.96.89.650: saremo felici di aiutarti.

Condividi questa pagina

Vuoi prenotare una visita con me online? Fallo da qui

Se vuoi prenotare rapidamente una visita con me nel mio studio di Milano, in Viale Sabotino 28 (Porta Romana), puoi farlo comodamente da qui.
Clicca sul pulsante PRENOTA UNA VISITA qui in basso, e scegli il primo appuntamento disponibile in modalità sicura e protetta, grazie a Miodottore.it

Luisella Troyer - MioDottore.it

Mandami un messaggio. Sono qui per aiutarti.

Angiologo Milano - Cura del linfedema e del lipedema

Compila il modulo sottostante e verrai ricontattato entro 24 ore.
Ricorda che, per obblighi deontologici (e anche per buon senso) non posso effettuare diagnosi a distanza.
Tutti i miei eventuali consigli o pareri non potranno mai sostituire una visita specialistica.

Tutti i campi con * sono obbligatori.

*

Questo modulo è sicuro e protetto da Google reCAPTCHA
I miei pazienti dicono:
‟Il lato umano della medicina che non è un miraggio. 
Grazie ancora per tutto il suo supporto!”
Maria
‟Il linfedema è una condanna per tutta la vita ma la Dottoressa mi aiuta da anni a contrastarlo. Grazie Dottoressa!" Giacomo
‟Sicuramente uno dei medici più preparati in linfologia, e nello specifico per chi come me è affetto da linfedema" Gianni