Il tuo Angiologo a Milano,
per gambe belle e sane.
Da oltre 30 anni, l'eccellenza specialistica per le tue gambe.
Un mondo di salute e benessere per le tue gambe, frutto della costante ricerca medica specialistica della Dott.ssa Luisella Troyer:
Il tuo angiologo di eccellenza a Milano
Il tuo Angiologo a Milano,
per gambe belle e sane.
Un mondo di salute e benessere per le tue gambe, frutto della costante ricerca medica specialistica della Dott.ssa Luisella Troyer:
Il tuo angiologo di eccellenza a Milano
Da oltre 30 anni, l'eccellenza specialistica per le tue gambe.

Dott.ssa Luisella Troyer
Chirurgo Vascolare Angiologo a MilanoAngiologo a Milano

Specialista in Chirurgia Vascolare
Perfezionata nel trattamento del linfedema e del lipedema

Migliaia di casi clinici trattati con successo.
20 anni di Chirurgia Vascolare.
Alta diagnostica non invasiva.
L'esperienza nel trattamento delle linfopatie.
La costante ricerca medica sul lipedema.
Oltre trent'anni d'esperienza per curarti.
Il tuo Angiologo a Milano.

Dottoressa Luisella Troyer Chirurgo Vascolare a Milano

Hai un problema?
Chiedi aiuto alla
Dott.ssa Luisella Troyer.
È QUI PER AIUTARTI,
SEMPRE.

Richiedi ora l'aiuto della
Dott.ssa Luisella Troyer
Lasciaci ora il tuo numero, e ti richiameremo subito.
Riceverai una chiamata entro 24 ore

I miei pazienti dicono:
‟Non sono brava con le parole, figuriamoci le recensioni, ma non potevo risparmiarmi dal ringraziare questa persona stupenda!” Germana
‟Ulcera venosa bruttissima: posso dire che se ho ancora la caviglia attaccata alla gamba è senz'altro per l'enorme pazienza che la Dottoressa ha avuto con me.
Questa recensione è quindi doverosa"
Egisto
‟Mi ha dato degli ottimi consigli per evitare che la mia patologia, il diabete, che mi tormenta da anni, finisca poi col distruggermi anche i piedi.
Sicuramente sarà lei il mio medico di riferimento per il futuro."
Grazia

Attenzione: quest'articolo tratta di materie a carattere medico scientifico.
Per quanto le informazioni in esso contenute siano state selezionate e riportate con cura e con la massima precisione scientifica, non possono e non potranno mai sostituire il parere di un Medico o una visita medica specialistica, e debbono pertanto essere utilizzate per uso esclusivamente informativo.
In caso di dubbi e o domande, chiedi sempre consiglio ad un Medico.

Quest'articolo è stato aggiornato dalla Dott.ssa Luisella Troyer il giorno: martedì 05 marzo, 2024

Prenota una visita con la Dott.ssa Luisella Troyer su Miodottore.it
Luisella Troyer - MioDottore.it

Sangue sulla carta igienica: cosa vuol dire?

Le cause del sanguinamento anale sulla carta igienica

Noti delle striature rosse sulla carta igienica quando ti pulisci dopo l’evacuazione?

Ti sei accorto di un vero e proprio sanguinamento durante la scarica, magari unito a bruciore?

Potrebbero essere i sintomi di un problema al tuo canale anale, dato da patologie benigne come emorroidi patologiche oppure una ragade anale.

Leggi questa pagina scritta dalla Dott.ssa Luisella Troyer, Chirurgo Vascolare Proctologo, per saperne di più sulle tracce di sangue dopo l’evacuazione.

Per prima cosa: è normale perdere qualche goccia di sangue dopo l’evacuazione?

Sangue sulla carta igienica
Il sangue sulla carta igienica è sempre un sintomo che vi è una lesione del canale ano-rettale o, in alcuni casi, nel colon

No, non è normale.

L’evacuazione umana non prevede perdite ematiche, e quando esse si manifestano è sempre perché vi è una lesione del canale anale, rettale o, in alcuni casi, del colon, che fa fuoriuscire il sangue.

Le feci umani dovrebbero essere ben formate, cilindriche, non eccessivamente maleodoranti, facili da espellere e senza sangue o dolore durante l’atto di defecazione.

Defecazione che, teoricamente, dovrebbe essere praticata ogni giorno, in un soggetto adulto ed in buona salute.

Qualsiasi anomalia rispetto a queste condizioni naturali deve mettere sempre in allarme chiunque.

Quindi trovare tracce di sangue sulla carta igienica o sulle feci non è normale, non è fisiologico, non è una condizione che si può ignorare.

Questo, per tutti gli esseri umani, a prescindere dalla loro condizione di salute.

Le possibili cause di sangue sulla carta igienica o sulle feci: quali sono?

Sangue sulla carta igienica?
Chiedimi aiuto ora

Il sangue sulla carta igienica o sulle feci, come detto poco in alto, significa sempre che, da qualche parte del colon, vi è una lesione, cioè una ferita o comunque una anomalia (ad esempio, un polipo o un condiloma) che sta sanguinando.

Statisticamente, la maggior parte di queste lesioni è di origine benigna, e riguarda solo l’ultimo tratto dell’intestino, ovverosia il canale ano-rettale.

In qualche caso, un sanguinamento durante la defecazione può indicare una poliposi al colon, un carcinoma, una malattia autoimmune cronica, come la rettocolite ulcerosa o la malattia di Crohn.

Tra le patologie benigne che possono causare il sanguinamento anale e i residui di sangue sulla carta igienica, possiamo dunque annoverare:

Tra le patologie croniche che possono causare sanguinamento dell’ano, possiamo invece citare:

  • La rettocolite ulcerosa;
  • La malattia di Crohn;
  • La sindrome del colon irritabile;
  • La stitichezza cronica
Hai problemi di emorroidi?
Chiedimi aiuto ora

Le emorroidi patologiche e il sanguinamento dell’ano durante la defecazione

Il trattamento delle emorroidi a Milano

Le emorroidi sono delle fisiologiche strutture vascolari, simili a dei cuscinetti in cui vasi venosi ed arteriosi sono uniti fisicamente, in quella che viene chiamata in gergo anatomico anastomosi.

Sono dei plessi situati attorno al canale anale, e la loro funzione principale è irrorare adeguatamente di sangue tutta la zona dell’ano e, in minima parte, aiutare anche lo sfintere nella continenza delle feci.

Vi sono tre cuscinetti emorroidali primari: anteriore destro, posteriore destro e laterale sinistro, a cui sono aggiunti anche altri due cuscinetti, di misura ridotta, più interni nel canale anale.

Essendo dei plessi aterovenosi normalmente presenti nell’anatomia umana, le emorroidi non causano problemi di alcun genere, e la loro presenza non è neppure avvertita né, ovviamente per posizione fisiche, non notata.

Le emorroidi diventano un problema solo ed esclusivamente quando si dilatano e s’infiammano, diventando quindi patologiche e dando origine alla cosiddetta patologia emorroidale.

Le emorroidi e la loro posizone nel canale anale
Il posizionamento anatomico delle emorroidi: in rosso, i tre plessi emorroidali primari (anteriore destro, posteriore destro, laterale sinistro), in azzurro i cuscinetti emorroidali secondari

Le cause di questo prolasso e rigonfiamento delle emorroidi non sono ancora del tutto note alla scienza, ma è ormai appurato che un’eccessiva pressione intraddominale, unita all’avanzamento dell’età e a certe abitudini alimentari e comportamentali sono concause certe dell’inizio della patologia.

Ingrossandosi e rigonfiandosi di sangue, le emorroidi prolassate scendono sempre di più nel canale anale, fuoriuscendo dallo stesso e lacerandosi al passaggio delle feci, con relativo sanguinamento.

Purtroppo, la patologia emorroidaria è spesso percepita come motivo di vergogna da parte dei pazienti che ne sono affetti, che ritardano e procrastinano le cure sino a quando la situazione non è seriamente compromessa, e i fastidi (e dolori) delle emorroidi prolassate non sono più sopportabili.

Sai che le emorroidi patologiche possono essere curate senza dolore?
Chiedimi come

Perché le emorroidi patologiche fanno macchiare di sangue feci e carta igienica?

Le emorroidi rigonfie, patologiche, sono molto simili a delle varici: la loro tonaca esterna è molto delicata, e si può lacerare con poco sforzo.

Basta il passaggio di feci particolarmente dure, oppure anche troppo liquide (e quindi acidificate) per lacerare la parete emorroidale, scatenando quindi il sanguinamento.

Le feci dunque si colorano di rosso vivo al contatto con le emorroidi lacerate, e questo fenomeno è noto come ematochezia.

A volte, l’ematochezia risulta di così severa gravità da provocare non solo dolore e bruciore al paziente, ma anche una situazione di vera e propria anemia.

Il prolasso emorroidale è una patologia antichissima, conosciuta già ai Medici dell'antica grecia.

Ippocrate di Coo, considerato il padre della Medicina, aveva già intuito che le emorroidi patologiche erano essenzialmente dilatazioni dovute ad un eccesso di pressione sanguigna, con una diagnosi non dissimile da quella fatta tutt'oggi in sede clinica.

Toccherà comunque attendere all'inizio del XX secolo per avere una prima, efficace e sopportabile terapia chirurgica per l'emorroidectomia, sviluppata dai Medici inglesi Dott. Milligan e Dott. Morgan, con un intervento che ancora, dopo oltre 100 anni, è rimasto sostanzialmente invariato, e che riporta il loro nome.

Soffri di emorroidi sanguinanti e dolenti?
Chiedimi aiuto ora

Emorroidi interne o emorroidi esterne?

Le emorroidi patologiche possono essere interne al canale anale oppure esterne ad esso.

Le emorroidi interne sono i cuscinetti emorroidali che risultano al di sopra della linea pettinata (la linea di congiunzione dell’ano col retto), non solo visibili esternamente e si trovano in una zona dove non sono presenti recettori del dolore.

Queste emorroidi non dolgono, ma al passaggio con le feci tendono a sanguinare, sporcando quindi le feci stesse e la carta igienica.

Col tempo, se non curate, tendono ad ingrossarsi e prolassare verso l’esterno, divenendo quindi estremamente sanguinolente e invalidanti.

Le emorroidi esterne invece sono presenti attorno all’orifizio anale, prima della linea pettinata, e sono dunque sensibili al dolore e alla temperatura.

Queste emorroidi dolgono quando estrudono, dolgono e bruciano al passaggio delle feci e, in generale, danno sempre una 'sensazione di fastidio', poiché sono riccamente innervate.

Oltre al sanguinamento, le emorroidi esterne sono anche maggiormente accreditate alla formazione dei trombi emorroidali, estremamente dolenti, che spesso costringono il paziente ad effettuare d’urgenza una visita proctologica, o addirittura ad accedere al Pronto Soccorso.

Dolore e bruciore dopo l'evacuazione?
Chiedimi aiuto ora

C’è una classificazione delle emorroidi patologiche che può essere utile per stabilirne la gravità?

Il trattamento delle emorroidi a Milano
I gradi delle emorroidi sono stati classificati a seconda della severità del prolasso dei plessi interni, dal I grado (il più lieve e non percettibile) al IV grado, il più severo

Sì: negli anni ’80 del 1900, è stata messa a punto una particolare classificazione internazionale delle emorroidi interne, che si basa essenzialmente sul loro grado di prolasso:

• Emorroidi di I grado

Le emorroidi rimangono interne, e il prolasso è assente o scarsamente percettibile.

Non hanno ricettori del dolore quindi non dolgono, possono sanguinare oppure no;

• Emorroidi di II grado

Le emorroidi si rigonfiano, e inizia il vero e proprio prolasso fuori dal canale anale, ma solo durante la defecazione o durante alcuni sforzi pelvici.

Rientrano spontaneamente nel canale finito lo sforzo;

• Emorroidi di III grado

Le emorroidi sono molto rigonfie, e tendono a prolassare fuori dal canale anale anche senza sforzi o defecazione.

Sono però ancora capaci di rientrare se riposizionate manualmente;

• Emorroidi di IV grado

Le emorroidi sono ormai abnormi, molto rigonfie e permangono a tempo indeterminato fuori dal canale anale, non rientrando neppure con riposizionamento manuale.

Sono quasi sempre molto sanguinanti al passaggio delle feci, dando episodi di ematochezia così elevata da risultare, spesso, in una vera e propria anemia.

Più aspetti, più le emorroidi peggiorano, lo sapevi?
Chiedimi aiuto ora

È molto più facile, economico e meno dispendioso curare emorroidi patologiche di stadio leggero piuttosto che avanzato.

Sebbene oggigiorno siano disponibili nuovi ed incredibilmente efficaci trattamenti medici, come ad esempio la nuova scleromousse stabilizzata, in grado di far regredire senza dolore anche emorroidi di IV stadio, è sempre meglio intervenire per tempo, fermando l'avanzamento del prolasso emorroidale.

Purtroppo, per scarsa informazione sanitaria e per ingiustificata vergogna, spesso il paziente affetto da emorroidi rimanda visite, cure e terapie, e si rivolge al Medico Proctologo solo quando la situazione è ormai insostenibile.

Questo rende più difficoltoso e meno agevole per il Medico procedere al trattamento, e comporta anche un notevole allungamento dei tempi (e dei costi) per il paziente.

Meglio quindi sempre intervenire prima, come peraltro in pressoché qualsiasi altro contesto medico.

La ragade anale: quando l’ano è ferito e sanguina

ragade fistolizzata con pus
ragade fistolizzata con pus
La ragade anale è una lesione alla mucosa anale che guarisce molto lentamente, e a volte può essere associata anche ad un'infezione da fistola

La ragade anale è una lesione benigna del canale anale, cioè una vera e propria ferita della mucosa che tende a guarire lentamente.

A volte, questa guarigione è totalmente assente, e la ragade diventa quindi cronica.

Tuttavia, la grande maggioranza delle ragadi, circa l’80-90% dei casi, si risolve spontaneamente, seppur lentamente.

Solo una piccola parte delle ragadi, dunque, necessita di cure mediche o chirurgiche.

Ci sono varie cause che possono portare alla formazione di una ragade, tra le principali troviamo:

  • Stitichezza cronica;
  • Sindrome da colon irritabile;
  • Ipertono dello sfintere

A volte, una ragade può essere associata anche ad una situazione di prolasso emorroidario, peggiorando quindi la sintomatologia e il quadro clinico.

La ragade ‘fresca’, cioè non ancora fibrotizzata, può sanguinare anche copiosamente al passaggio delle feci, causando contemporaneo dolore e bruciore, a volte ritenuto insopportabile.

Una ragade cronicizzata e mai trattata, col tempo tende a sanguinare di meno, e i suoi margini tendono a divenire duri e fibrotici.

Dolore e sangue quando vai di corpo?
Chiedimi aiuto ora

La stitichezza cronica

In Medicina, per ‘stitichezza’ (o stipsi) s’intende una non regolare esplosione delle feci su base giornaliera, e una difficoltà, in senso generale, ad andare di corpo in maniera puntuale e periodica.

Patologia che affligge l’uomo da sempre, la stipsi è una delle condizioni non mortali ma estremamente invalidanti più comuni in tutto il mondo, le cui cause sono dipese da molti fattori, nonché concause.

In linea generale, con le dovute differenze di etnie e di abitudini alimentarti, si considera normale e fisiologico per un essere umano adulto ed in salute provvedere ad una o due scariche giornaliere, con la produzione di circa 150 grammi di feci nelle 24 ore.

Tale media, basata sulla ‘produzione’, se così si può chiamare, nord-americana ed europea, è comunque da prendere con le dovute precauzioni e moderazioni: tale peso può variare secondo moltissimi fattori, sia comportamentali che congeniti.

Di certo è che, a prescindere dalla scarica regolare quotidiana, le feci devono comunque essere, in un organismo in salute, morbide e ben formate, non eccessivamente maleodoranti.

La morbidezza delle feci è direttamente proporzionale all’assunzione di acqua giornaliera, nonché a quanto tempo, in sostanza, esse rimangono nel colon prima di essere espulse.

Difatti, la funzione principale dell’intestino crasso è quella di riassorbire i liquidi del chilo, cioè il cibo precedentemente trattato ed assimilato dall’intestino tenue, reindirizzando i liquidi nei tessuti del corpo.

Più il chilo rimane stazionario nel colon, più l’alvo diventa duro, poiché la mucosa dell’intestino assorbe in continuazione i liquidi.

La stitichezza, non permettendo un’adeguata scarica quotidiana, fa rimanere le feci per troppo tempo nel colon, causandone un estremo indurimento.

Alla loro espulsione, quindi, le feci risulteranno dure, quasi 'pietrose', difficili da espellere e talmente solide da lacerare la mucosa rettale ed anale.

Non è infatti raro che i pazienti affetti da stipsi cronica sperimentino, oltre agli ovvi fastidi e disagi durante l’espulsione, anche episodi di sanguinamento anale.

Questo perché le dure feci, passando per il canale ano-rettale, lacerano sovente la mucosa, causando quindi ematochezia e lasciando tracce di sangue sulla carta igienica.

Soffri di stitichezza cronica?
Chiedimi aiuto ora

La stitichezza cronica, se non trattata, causa nel tempo sempre problemi al pavimento pelvico, sfinendo muscoli e legamenti dello stesso, e dando origine a patologie invalidanti, come ad esempio le emorroidi patologiche e il prolasso del retto.

Nelle donne, la stipsi è, assieme al parto, uno dei fattori scatenanti del rettocele.

Per trattare la stitichezza cronica, vanno assolutamente evitati lassativi e purganti, e la moderna Medicina deve prediligere invece tecniche di riabilitazione intestinale.

Queste tecniche si basano sulla rieducazione dell'intestino, con la giusta dieta e una serie di trattamenti medici, come ad esempio il bio-feedback e l'elettrostimolazione.

La condilomatosi anale

La condilomatosi e i condilomi anali

I condilomi, chiamati anche verruche anali, sono la manifestazione sintomatica dell’infezione dal virus del Papilloma umano (HPV, Human Papilloma Virus).

Assomigliano a delle escrescenze carnose, con conformazione tipica ‘a cresta di gallo’, ma a volte possono manifestarsi anche nella forma piatta.

Possono colpire ovunque la cute, sia la pelle che la mucosa anale, e sono il sintomo di una replicazione virale incontrollata, frutto a sua volta di una debilitazione, momentanea o cronica, del sistema immunitario dell’ospite.

Il virus HPV si trasmette per contatto diretto, con pelle o superfici infette, e spesso i condilomi anali, per loro specifica localizzazione anatomica, sono il risultato di rapporti sessuali non adeguatamente protetti.

Virus HPV e condilomatosi
Il virus del Papilloma umano è un virus opportunista: attacca il corpo quando il sistema immunitario è particolarmente debole.
Ecco perché certe categorie di persone, come ad esempio i pazienti affetti da HIV non trattata, sono particolarmente predisposte all'infezione e alla manifestazione dei condilomi

Per questo motivo, il virus HPV e la condilomatosi, cioè l’infestazione da condilomi, sono considerati una delle tante malattie sessualmente trasmissibili.

I condilomi anali possono essere originati da molti tipi di virus HPV, di cui alcuni ad alto rischio oncologico, poiché le lesioni condilomatose che formano, nel tempo, possono degenerare in formazioni tumorali.

Ecco perché i condilomi sono considerati delle vere e proprie lesioni pre-cancerose e, sebbene sia evento abbastanza raro, possono comunque dar luogo a carcinoma del retto o dell’ano.

Sospeti di avere una condilomatosi?
Chiedimi aiuto ora

Perché i condilomi anali possono sanguinare e sporcare la carta igienica?

I condilomi anali, specie se ‘a cresta di gallo’, sono delle lesioni in larga misura asintomatiche, ma che estrudono dalla mucosa anale e possono dunque lacerarsi al passaggio delle feci, non dissimilmente dai polipi del colon-retto.

Feci troppo dure o anche troppo acidificate (caratteristica tipica delle feci diarroiche) possono lesionare i condilomi, e farli sanguinare.

I condilomi possono essere rimossi senza dolore, lo sapevi?
Chiedimi ora come fare

La condilomatosi anale può essere esterna, quindi affliggere la zona peri-anale e l'inizio del canale anale, oppure interna, propagandosi fino al retto.

In quel caso, si parla più propriamente di condilomatosi ano-rettale.

Esistono differenti terapie per la rimozione dei condilomi anali, mentre non esistono terapie specifiche per l'infezione da HPV, che deve essere sempre sconfitto da un unico strumento idoneo: il sistema immunitario.

L’anite e la proctite

Anite sanguinante
Anite sanguinante
La proctite è l'infiammazione del retto e dell'ano, con la mucosa ano-rettale che perde il suo naturale colorito roseo, per divenire rossastra e, spesso, sanguinante

In Medicina, per ‘anite’ s’intende un’infiammazione dell’ano, mentre per ‘proctite’ s’intende un’infiammazione dell’ano e del retto in generale.

Sono molti i motivi che possono portare la pelle della zona peri-anale e la mucosa ano-rettale ad infiammarsi, degenerando in dermatiti che, in casi estremi, possono anche sanguinare.

Emorroidi patologiche mai trattate, una ragade anale persistente, colite acuta o cronica, stitichezza, una condilomatosi, una micosi (ad esempio una candidosi): sono tutte situazioni che possono portare all’infiammazione dell’ano e del retto, che a sua volta può portare a lacerazione della mucosa e, di conseguenza, sanguinamento.

Ano sempre arrossato e pruriginoso?
Chiedimi aiuto ora

La diverticolite

I diverticoli sono delle estrusioni benigne del colon, delle specie di ‘anse’ della mucosa intestinale che possono essere congenitamente presenti alla nascita, oppure possono insorgere per via di dieta e, in generale, comportamenti alimentari particolari.

Queste vere e proprie estroflessioni della parete intestinale sono in larga misura statistica asintomatiche, e solo il 20% circa di tutti i soggetti con diverticoli accertati sviluppa poi una qualche forma di sintomatologia.

L’incidenza dei diverticoli è altissima: una stima approssimativa ci dice che circa il 40% di tutta la popolazione adulta tra i 40 ed i 55-60 anni è portatrice di questa particolare conformazione del colon, mentre nella popolazione over 70 tale percentuale raggiunge abbondantemente l’80%.

Datosi che i diverticoli sono comunque delle vere e proprie piccole ‘sacche’, è possibile che residui di chilo, cioè gli scarti del nutrimento che il colon trasforma poi in alvo (le feci) possano infilarsi in queste ‘insenature’, dando origine ad infiammazioni e, nei casi gravi, infezioni ed ulcerazioni.

Solo quando i diverticoli diventano sintomatici, infiammati od infetti, si parla dunque di diverticolite.

La diverticolite è generalmente molto dolorosa: comporta dolenti crampi addominali, febbre, diarrea o stitichezza, dolore localizzato soprattutto al fianco sinistro, meteorismo/flatulenza e sanguinamento intestinale.

L’emorragia da diverticolite avviene in una percentuale minima dei pazienti, circa il 5%, però quando si presenta, è solitamente copiosa, tanto da essere spesso confusa con un ematochezia emorroidaria.

Il sangue dell’emorragia diverticolare varia, nel colore, a seconda della posizione dei diverticoli nel tubo gastrointestinale: dallo scuro (nei diverticoli alti) al rosso vivo, in quelli più vicini al sigma e al retto.

Soffri di ricorrenti diverticoliti?
Chiedimi aiuto ora

Il carcinoma del colon e del retto

Il carcinoma del colon è la forma tumorale che può affliggere la mucosa dell’intestino, dal cieco sino all’orifizio anale.

Il tumore dell’intestino origina direttamente dalla mucosa, ed è una delle neoplasie più incidenti in tutta la popolazione mondiale.

Si stima difatti che un buon 10% di tutti i carcinomi del mondo siano proprio di origine colon-rettale.

Dopo il tumore alla prostata (nei maschi) e il tumore della mammella nelle femmine, il tumore al colon-retto è il secondo tumore statisticamente più impattante.

Quasi tutti i tumori del colon partono da un piccolo polipo che, nel corso degli anni, muta il suo patrimonio genetico divenendo maligno.

Su tre tumori al colon-retto, due sono posizionati nel colon propriamente detto, rendendo quindi il tumore ano-rettale meno probabile.

Il tumore del colon-retto è un killer molto pericoloso, poiché durante la sua maturazione raramente da sintomi al paziente, e quando comincia a darne è già in stadiazione molto avanzata.

I sintomi più comuni di un tumore al colon-retto avanzato sono la diarrea o la stipsi cronica in soggetti che, nel passato, mai ne hanno sofferto, il tenesmo (la sensazione di non aver scaricato del tutto), il dolore addominale, le modifiche sostanziali e inspiegabili all’alvo, il sanguinamento dall’ano, spontaneo oppure dopo la defecazione.

La presenza di sangue sulla carta igienica in caso di tumore del colon è un sintomo purtroppo non distinguibile da quel sanguinamento per prolasso emorroidale, e questo spesso complica e ritarda gli opportuni trattamenti per il paziente.

Vuoi eseguire una proctoscopia non dolorosa?
Chiedimi aiuto ora

Il sintomo più tremendo del carcinoma del colon-retto non è, come molti pensano, il sanguinamento anale, ma un qualcosa di ancora più subdolo: l'assenza totale di sintomi.

Difatti, occorrono solitamente molti anni affinché un polipo dell'intestino si tramuti in una lesione tumorale che da origine al carcinoma, e in tutto questo tempo l'assenza di sintomi non mette in allarme il paziente, ritardando quindi i trattamenti.

Ecco perché lo screening dell'intestino mediante colonscopia è un vero e proprio esame salvavita, che dovrebbe essere obbligatoriamente eseguito per tutti dopo i 50 anni d'età.

Cosa fare se si sperimenta la presenza di sangue sulla carta igienica e sulle feci?

Il sangue sulla carta igienica e le emorroidi patologiche
Sangue sulla carta igienica o sulle feci?
Non spaventarti e mantieni la calma: prenota subito una visita proctologica, piuttosto!

Come abbiamo visto, la presenza di sangue su feci e sulla carta igienica è un sintomo che deve sempre far sospettare una lesione intestinale, rettale o anale.

Però, non è sempre un sintomo di una patologia maligna, anzi: la maggior parte dei sanguinamenti dopo la defecazione, specie nella popolazione under 60, sono causati da un problema emorroidale, oppure da una ragade anale.

Però, il problema potrebbe essere più serio, e non così benigno.

Ecco perché, in caso di presenza di sangue sulla carta igienica e sulle feci dopo la defecazione, è opportuno non allarmarsi, ma rimanere calmi e prenotare una visita specialistica proctologica.

Il Medico Proctologo è difatti lo specialista sanitario con grande esperienza in tutte le affezioni del retto e del canale anale, in grado di eseguire esami specifici e di prescrivere, all’occorrenza, terapie sia mediche che chirurgiche in grado di risolvere la causa del sanguinamento.

Sangue sulle feci e sulla carta?
Chiedimi aiuto ora

La presenza di sangue sulla carta igienica o sulle feci è un sintomo che spesso mette autentico terrore nel paziente, ma bisogna rimanere razionali e calmi: il più delle volte, è causato da una lesione totalmente benigna del canale ano-rettale.

La maggior parte dei casi di tracce di sangue su carta igienica o feci sono causati da piccole emorroidi interne, assolutamente curabili che non sono in alcun modo pericolose per la vita.

Comunque sia, ogni volta che si nota la presenza di sangue su carta igienica o feci, è opportuno prenotare una visita specialistica proctologica.

Il Medico Proctologo è difatti il Medico perfezionato proprio nelle patologie del canale anale e rettale, ed è l'unico in grado di dare risposte certe e corrette, dopo l'opportuna visita proctologica e l'obbligatoria proctoscopia.

Chirurgia Vascolare, angiologia e terapia del linfedema a Milano
Quindi ricorda che...
  • Il sanguinamento anale dopo la defecazione non è mai normale e non è fisiologico;
  • Se trovi sangue sulla carta igienica o sulle feci dopo la defecazione, devi sempre sospettare una lesione al colon, al retto o all'ano;
  • La maggior parte delle lesioni ano-rettali che causano il sanguinamento e le tracce di sangue sulla carta igienica sono benigne;
  • Le emorroidi patologiche possono essere una delle cause del sanguinamento e delle tracce di sangue sulla carta igienica;
  • Bisognerebbe non ritardare mai le cure per le emorroidi patologiche, poiché esse tendono a peggiorare col tempo e con l'avanzamento dell'età;
  • La ragade anale è una lesione della mucosa anale o peri-anale, solitamente molto dolente, che può sanguinare al passaggio delle feci;
  • La condilomatosi è spesso asintomatica, ma a volte i condilomi possono lacerarsi e sanguinare al passaggio delle feci;
  • Casi di anite o proctite possono portare a prurito ed infiammazione severa, con sanguinamento anale;
  • La stipsi cronica causa feci troppo dure, che spesso e volentieri lacerano la mucosa ano-rettale, causando quindi sanguinamento;
  • Il carcinoma del colon-retto è spesso asintomatico nelle fasi iniziali della sua stadiazione, ma in una percentuale limitata dei casi può dare origine ad emorragia anale;
  • Il Medico competente per i problemi di sanguinamento anale è il Medico Proctologo;
  • Spaventarsi quando si nota del sangue sulla carta igienica o sulle feci è comprensibile, ma non bisogna comunque allarmarsi: il più delle volte il sintomo è correlato a delle patologie assolutamente benigne;
  • Se noti del sangue su carta igienica o feci, non allarmarti e mantieni la calma: prenota subito una visita proctologica specialistica

Hai notato del sangue sulla carta igienica o sulle feci? Posso aiutarti

Contatta il tuo chirurgo vascolare a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare perfezionata in Proctologia, specialista di tutte le affezioni del canale ano-rettale.

Nel suo studio di Via della Moscova, a Milano, la Dottoressa potrà indagare assieme a te sulle cause del sanguinamento anale e sulle tracce di sangue che trovi sulla carta igienica, avvalendosi di un moderno esame totalmente elettronico chiamato Videoproctoscopia Endoscopica Elettronica.

Un esame di ultima generazione a video, che ha preso il posto della comune e tradizionale proctoscopia e che permette un’indagine completa del retto e dell’ano, totalmente digitale, con refertazione immediata.

Senza dolorose preparazioni, senza alcun tipo di fastidio.

Nello studio della Dottoressa potrai inoltre trovare i più moderni protocolli sia medici che chirurgici per risolvere definitivamente e senza alcun dolore le tue emorroidi patologiche, la tua ragade anale, la tua condilomatosi o qualsiasi altra affezione ano-rettale.

Trent’anni di Chirurgia Vascolare, l’eccellenza diagnostica e chirurgica, la Proctologia pensata esclusivamente per portarti beneficio e benessere.

Senza dolore, per farti stare meglio.

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico Chirurgo, specializzata in Chirurgia Vascolare e perfezionata nelle patologie linfatiche, in Oncologia Linfatica, in Proctologia, in Podoiatria e in Vulnologia.

Nella sua trentennale professione si è focalizzata sulla cura e sul trattamento (anche chirurgico) delle lesioni croniche a decorso ulcerativo, sulla corretta diagnosi e terapia del linfedema e sulla particolare cura e gestione del paziente oncologico pre e post chirurgia.

È uno dei pochi Medici in Italia ad occuparsi della complicata gestione dei pazienti con linfedema primitivo (congenito), e particolare attenzione è stata sempre rivolta alla diagnosi e alla gestione della paziente affetta da lipedema, malattia per la quale la Dottoressa ha sempre richiesto l’adeguato riconoscimento come reale patologia, distaccata dalla semplice obesità o adiposità localizzata.

Il suo approccio terapeutico per i pazienti linfatici è basato sulla Terapia Complessa Decongestionante, e su un follow-up preciso, puntuale e costante, comprensivo di particolare riguardo alla cura della cute e al linfobendaggio.

Come Medico Estetico, la Dottoressa si è dedicata con particolare riguardo al benessere e alla salute delle gambe, adottando nuovi approcci chirurgici per la risoluzione del lipedema (la Liposuzione a Zone Selettive) e il protocollo estetico ElastSkin, per la riduzione significativa della cellulite e della lassità cutanea di cosce e caviglie.

La Dott.ssa Luisella Troyer è Chirurgo Vascolare nel reparto vulnologico del Piede Diabetico dell’Istituto Clinico Città Studi di Milano, e visita privatamente presso il suo studio Salus Mea in centro città, in Via della Moscova 60.

Perfezionata anche in Proctologia e nella risoluzione della patologia emorroidale, nel suo studio risolve i casi più complicati emorroidi patologiche, utilizzando l'avanzata tecnica a scleromousse stabilizzata con aria sterilizzata.

Come Medico Podoiatra, la Dottoressa si occupa a 360° della salute del piede, con servizi di Podoiatria e Podologia avanzati, dalla pedicure sanitaria sino alla cura delle ulcere gravi nei pazienti affetti da piede diabetico.

Nel suo ambulatorio privato, eroga terapie avanzate per la riduzione del pannicolo adiposo di cosce e glutei, terapie sclerosanti e Terapia Complessa Decongestionante.

A Milano, se sei affetto da una ferita cronica che non guarisce, soffri di stasi linfatica, un accumulo abnorme di grasso, varici e vene varicose o semplicemente vuoi il benessere per le tue gambe, la Dott.ssa Luisella Troyer può aiutarti: semplicemente, chiamala.

Vuoi parlare con la Dottoressa?
La Dottoressa è qui per aiutarti.
Lasciale ora il tuo numero, e ti richiamerà subito.* *Compatibilmente con la gestione dei pazienti e degli interventi medici e chirurgici

La sicurezza medica per la tua bellezza, sempre

Medicina estetica centro medico a Milano

Lo studio della Dott.ssa Luisella Troyer è uno studio medico, dove opera esclusivamente personale sanitario.

Tutti i trattamenti medico-estetici sono dunque erogati da Medici, fisioterapisti od infermieri professionisti, specializzati proprio nelle dismorfie del pannicolo adiposo e nel ringiovanimento del corpo.

Lo studio della Dottoressa non è un centro estetico, e tutti i trattamenti di natura estetica sono prescritti esclusivamente dopo l'idonea visita medica.

Una sicurezza per te, un dovere legale ed etico per la Dottoressa.

Così tu sarai sempre tranquilla, avrai costantemente il monitoraggio medico e tutta l'affidabilità di un'equipe sanitaria d'eccellenza, dedicata proprio alla tua bellezza.

Clicca qui e chiama il 348.96.89.650 per richiedere una visita di Medicina Estetica con la Dottoressa!

Soffri di pelle delle gambe cadente, prolassata e disidratata?
Affidati all'eccellenza medica del protocollo ElastSkin

Medicina estetica e lifting della pelle a Milano

ElastSkin è il protocollo medico-estetico ideato dalla Dott.ssa Luisella Troyer, che consente di riportare elasticità, tono e idratazione della pelle ad alti livelli, senza ricorrere alla Chirurgia Plastica.

Il protocollo, ideato dalla Dott.ssa Troyer dopo la sua lunga esperienza con i più noti inestetismi delle gambe, può essere applicato con successo anche alle pazienti affette da cellulite, lipedema e invecchiamento precoce della pelle.

I risultati sono sbalorditivi: pelle immediatamente più tonica, più liscia, più idratata e più elastica.

Senza dolore, senza chirurgia: solo con la tua nuova pelle bellissima, come sei tu.

Clicca qui e chiama il 348.96.89.650 per richiedere un trattamento ElastSkin!

Non puoi pagare subito un trattamento?
La Dottoressa ti permette di pagare con calma, senza interessi

Finanziamento a tasso zero per la Medicina Estetica a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è prima di tutto un Medico, che ha dedicato la sua intera vita professionale alla Medicina, e al benessere dei propri pazienti.

Ciò vuol dire che, per lei, il mero guadagno è totalmente secondario alla salute dei pazienti.

Anche di quelli che, per le mille difficoltà della vita, avrebbero bisogno di trattamenti che non possono però onorare sul momento.

Perciò, ogni trattamento della Dottoressa può essere pagato senza finanziamento, senza alcun tipo di interessi e senza lucro, ratealmente da tre a dodici mesi.

Senza intercessione bancaria e senza finanziarie: solo con la garanzia del rapporto fiduciario Medico-paziente.

Affinché tu stia semplicemente bene, a prescindere dalla tua capacità di spesa.

Clicca qui e chiama il 348.96.89.650 per avere tutte le informazioni sui pagamenti rateali!

Hai paura di perdere i risultati ottenuti con tanto sforzo?
La Dottoressa ti aiuta: pacchetti mantenimento 12 mesi tutto incluso

Medicina estetica e lifting della pelle a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico che opera in scienza e coscienza, sempre.

Sa perfettamente che molti trattamenti, anche se estremamente efficaci, hanno bisogno di regolare manutenzione nel tempo, per non perdere i vantaggi ottenuti, spesso con molto sforzo.

Ecco perché, per ogni trattamento con protocollo ElastSkin (Radiofrequenza Medica, Elettroporazione Medica, ultrasuoni HiFu) ti propone un conveniente e vantaggioso piano di mantenimento, che copre tutti e 12 i mesi dell'anno.

Ad un costo calmierato, nell'esclusivo interesse della tua salute.

Così tu non dovrai preoccuparti di nulla, e le tue gambe rimarranno sempre belle e in salute: gli operatori specializzati e i Clinici dell'equipe della Dottoressa si prenderanno cura di te con un piano di mantenimento personalizzato, che ti consentirà di rilassarti ed essere sempre sicura, curata e in salute.

Perché per la Dottoressa tu non sei una semplice paziente: sei un'amica e una persona speciale, da proteggere ed aiutare tutto l'anno.

Proprio come i veri amici fanno.

E la Dottoressa è sempre tua amica, una vera amica.

Clicca qui e chiama il 348.96.89.650 per richiedere il tuo piano di mantenimento personalizzato!

Sei incinta e hai le gambe gonfie e dolenti?
La Dottoressa è qui per aiutare te e il tuo bambino

Cura delle vene varicose e delle caviglie gonfie per le donne in gravidanza

La Dott.ssa Luisella Troyer ha giurato di proteggere la tua vita e la tua salute, sempre.

Anche, e forse soprattutto, in un momento estremamente importante e delicato, come quello che ti sta portando a divenire mamma.

La Dottoressa sa bene che, durante la gravidanza, le tue gambe sono costantemente provate dal peso del tuo bambino.

Questo le porta a divenire spesso gonfie, dolenti, pesanti.

In molti casi, la gravidanza è l’inizio di una degenerazione dei tessuti delle vene della futura mamma, che sfocia poi in una cronica insufficienza venosa, con la comparsa di dolenti vene varicose.

Proprio per questo, dal frutto della sua trentennale esperienza, la Dottoressa ha ideato il protocollo medico “Mamma Protetta”, che può aiutarti a prevenire le patologie vascolari e a preservare la salute delle tue gambe.

Per gambe belle, sane e in salute anche nel periodo più speciale della tua vita: la Dottoressa è sempre con te!

Clicca qui e scopri il protocollo "Mamma Protetta" per la salute delle tue gambe in gravidanza!

Sei affetta da lipedema e devi intervenire chirurgicamente?
Affidati al protocollo chirurgico della Dott.ssa Luisella Troyer

Liposuzione specifica per il lipedema Lipedema Reduction Surgery

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare perfezionata nel lipedema e nel trattamento di tutte le dismorfie del pannicolo adiposo degli arti inferiori.

Oltre trent'anni fa, è stata uno dei primi Medici ad ipotizzare la presenza della nuova patologia scollegata dall'obesità, conosciuta ora come lipedema.

La costante ricerca clinica su questa grave dismorfia che colpisce esclusivamente le donne le ha permesso di sviluppare un nuovo protocollo chirurgico specificatamente pensato per il lipedema.

Assieme al Dott. Alberto Gallucci, Chirurgo Plastico esperto nelle dismorfie gravi del grasso umano, la Dottoressa ha quindi ideato il protocollo di Liposuzione a Zone Selettive.

Un protocollo innovativo che si basa sul rispetto dei tessuti sani della paziente, sull'intervento localizzato in micro-zone e su un piano terapeutico che comprende il protocollo estetico ElastSkin.

Un aiuto d'eccellenza per le molte donne che, ogni giorno, soffrono sia piscologicamente che fisicamente per una patologia non decisa da loro, tutt'ora poco conosciuta in Italia, che ne causa spesso esclusione sociale e profonda sofferenza.

Clicca qui e scopri la Liposuzione a Zone Selettive per combattere il lipedema!

Soffri di emorroidi patologiche e dolorose?
La Dottoressa può aiutarti a risolverle per sempre

Cura delle emorroidi patologiche a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare perfezionata in Proctologia avanzata.

Nel suo studio di Via della Moscova somministra trattamenti di ultima generazione per la cura delle emorroidi patologiche, del tutto indolori.

Potrai quindi eliminare definitivamente le tue emorroidi che ti tormentano da tanto tempo, con il trattamento avanzato di scleromousse stabilizzata con aria sterilizzata.

Dall'esperienza medica d'eccellenza, un trattamento di alta qualità per liberarti per sempre dal problema delle emorroidi.

Veloce, sicuro, definitivo, totalmente indolore: finalmente, l'unica valida alternativa all'intervento chirurgico.

Clicca qui e scopri come liberarti per sempre e senza dolore dalle tue emorroidi!

Hai varici grandi ed antiestetiche sulle gambe?
La Dottoressa può eliminarle senza chirurgia e senza dolore

Cura delle vene varicose a Milano

Come Chirurgo Vascolare, la Dott.ssa Luisella Troyer ha grande esperienza nel rimuovere vene varicose anche di grandi dimensioni senza ricorrere alla chirurgia, con trattamenti mini-invasivi e totalmente indolore.

Trent'anni di esperienza medica e continua ricerca scientifica di alto livello le hanno permesso di padroneggiare le migliori terapie sclerosanti a guida ecografica, efficaci, sicure e rapide, per risolvere anche i casi più complicati di vene varicose.

Nello studio della Dottoressa potrai ripristinare la bellezza e la funzionalità delle tue gambe, eliminando per sempre le anti-estetiche e pericolose varici in tutta tranquillità, con sedute indolore e di breve durata.

La Medicina angiologica sicura, affidabile ed efficace, frutto della costante ricerca medica.

Affinché tu possa tornare a stare bene con le tue gambe, senza più dolori, pruriti o pesantezza, tipici delle vene varicose.

Clicca qui e scopri come liberarti per sempre e senza dolore dalle tue varici!

Hai una polizza assicurativa Unisalute?
La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico convenzionato

Medico convenzionato con Unisalute

Se hai una polizza Unisalute, puoi effettuare una visita in convenzione con la Dott.ssa Luisella Troyer.

La Dott.ssa Luisella Troyer è infatti un Medico convenzionato con Unisalute: le visite ed i trattamenti della Dottoressa in regime ospedaliero possono quindi esserti rimborsati o direttamente prenotati dalla tua assicurazione, secondo il tuo piano sanitario.

Chiedi tutte le info al nostro centralino chiamando il 348.96.89.650: saremo felici di aiutarti.

Chatbot e articoli scritti da un algoritmo? No, grazie.

No chatbot logo

Ogni pagina di questo sito è stata scritta da un professionista sanitario e della comunicazione sanitaria. Umano.

La Dott.ssa Luisella Troyer apprezza la tecnologia, ma crede che le informazioni sanitarie debbano (almeno al momento) essere fornite da professionisti sanitari umani, in scienza e coscienza.

Anche se chiamerai il centralino al 348.96.89.650 oppure manderai un messaggio su WhatsApp, a risponderti sarà sempre e comunque un umano.

In questo sito non troverai pagine scritte da un algoritmo, né composte da un'intelligenza artificiale che si affida al machine learning.

A quello, la Dottoressa preferisce ancora lo human learning, che si fa studiando su libri e pubblicazioni, nonché esercitando la professione medica in prima linea, giorno dopo giorno.

Queste pagine sono state scritte da professionisti sanitari (Medici esperti di informazione sanitaria), e sono state progettate per essere chiare, facili e comprensibili da tutti, anche (e soprattutto) per chi non è Medico.

Per te, paziente o semplice curioso lettore.

Pensate da umani per umani, per proteggere la tua salute, ed aiutarti a capire meglio la Medicina.

Non sono articoli per personale sanitario, ma non vogliono esserlo: il loro scopo è quello di fornire aiuto e supporto ai pazienti, in linguaggio chiaro e facilmente comprensibile.

Per questi motivi, la Dottoressa ritiene che l'uso dell'Intelligenza Artificiale negli articoli sanitari è, al momento, troppo incerto per poter essere affidabile: ogni articolo sanitario, che riguarda il bene prezioso della salute dei pazienti, deve quindi essere obbligatoriamente scritto, verificato ed approvato da personale sanitario, esperto e qualificato.

In tutto il sito è vietato l'utilizzo di testi, immagini, loghi, logotipi, video e qualsiasi altro media di produzione originale per l'addestramento di sistemi di intelligenza artificiale generativa, così come l'utilizzo di mezzi automatizzati di data scraping.

Condividi questa pagina

Vuoi prenotare una visita con me online? Fallo da qui

Se vuoi prenotare rapidamente una visita con me nel mio studio di Milano in Via della Moscova, 60 (fermata MM2 Moscova), puoi farlo comodamente da qui.

Clicca sul pulsante PRENOTA UNA VISITA qui in basso, e scegli il primo appuntamento disponibile in modalità sicura e protetta, grazie a Miodottore.it

Prenota una visita con la Dott.ssa Luisella Troyer su Miodottore.it
Luisella Troyer - MioDottore.it

Mandami un messaggio. Sono qui per aiutarti.

Angiologo Milano - Cura del linfedema e del lipedema

Compila il modulo sottostante e verrai ricontattato entro 24 ore.

Se preferisci il telefono, chiama il 348.96.89.650

Ricorda che, per obblighi deontologici (e anche per buon senso) non posso effettuare diagnosi a distanza.
Tutti i miei eventuali consigli o pareri non potranno mai sostituire una visita specialistica.

Tutti i campi con * sono obbligatori.

Se il form ti da problemi d'invio, manda una mail a info@milanolinfedema.it
*

Questo modulo è sicuro e protetto da Google reCAPTCHA
Le tue gambe belle,
come le hai sempre desiderate.
La Dottoressa che si prende cura delle tue gambe, da oltre 30 anni.
Le tue gambe belle,
come le hai sempre desiderate.
La Dottoressa che cura e protegge le tue gambe, da oltre 30 anni.
I miei pazienti dicono:
‟Molto competente, empatica e precisa, mi ha dato diverse soluzioni per risolvere il mio problema.” Stella
‟Grandissima professionista, competente, attenta ed esaustiva nelle spiegazioni della propria patologia. Grandi professionisti tutti, attenti ad ogni esigenza, ambiente amichevole-familiare." Nicoletta
‟Professionista molto empatica, umana, gentile, disponibile a fornire chiarimenti e spiegazioni dettagliate. La visita è durata tutto il tempo necessario, senza fretta. Molto consigliata." Andrea