Il tuo Angiologo a Milano,
per gambe belle e sane.
Da oltre 30 anni, l'eccellenza specialistica per le tue gambe.
Un mondo di salute e benessere per le tue gambe, frutto della costante ricerca medica specialistica della Dott.ssa Luisella Troyer:
Il tuo angiologo di eccellenza a Milano
Il tuo Angiologo a Milano,
per gambe belle e sane.
Un mondo di salute e benessere per le tue gambe, frutto della costante ricerca medica specialistica della Dott.ssa Luisella Troyer:
Il tuo angiologo di eccellenza a Milano
Da oltre 30 anni, l'eccellenza specialistica per le tue gambe.

Dott.ssa Luisella Troyer
Chirurgo Vascolare Angiologo a MilanoAngiologo a Milano

Specializzata in linfedema e lipedema

Migliaia di casi clinici trattati con successo.
20 anni di Chirurgia Vascolare.
Alta diagnostica non invasiva.
L'eccellenza nella cura delle linfopatie.
La costante ricerca medica sul lipedema.
Oltre trent'anni d'esperienza per curarti.
Il tuo Angiologo a Milano.

Dottoressa Luisella Troyer Chirurgo Vascolare a Milano

Hai un problema?
Chiedi aiuto alla
Dott.ssa Luisella Troyer.
È QUI PER AIUTARTI,
SEMPRE.

Richiedi ora l'aiuto della
Dott.ssa Luisella Troyer
Lasciaci ora il tuo numero, e ti richiameremo subito.
Riceverai una chiamata entro 24 ore

I miei pazienti dicono:
‟Non serve di certo la mia recensione a rafforzare l'immagine di un medico eccezionale come la Dottoressa, ma mi sentivo in dovere comunque di dirlo a tutti!” Serena
‟Trovare un medico esperto di Linfedema in Italia è utopia pura: non ringrazierò mai abbastanza quel giorno che ho visto il suo sito! Stupenda!" Alessandra
‟Grazie Dottoressa, grazie di cuore! Non finirò mai di esserle grato, sempre!" Giovanni

Attenzione: quest'articolo tratta di materie a carattere medico scientifico.
Per quanto le informazioni in esso contenute siano state selezionate e riportate con cura e con la massima precisione scientifica, non possono e non potranno mai sostituire il parere di un Medico o una visita medica specialistica, e debbono pertanto essere utilizzate per uso esclusivamente informativo.
In caso di dubbi e o domande, chiedi sempre consiglio ad un Medico.

Quest'articolo è stato aggiornato dalla Dott.ssa Luisella Troyer il giorno: giovedì 12 gennaio, 2023

Luisella Troyer - MioDottore.it

FAQ sul linfedema e sulle linfangiti

FAQ sulle patologie del sistema linfatico e sul linfedema

Soffri di un linfedema conclamato, oppure temi di svilupparne uno?

Hai subito di recente un intervento oncologico, e dopo tale operazione hai cominciato a vedere una parte del tuo corpo gonfiarsi senza un’apparente spiegazione?

Hai febbre alta e molto dolore ad un braccio o una gamba, che si sono arrossati e gonfiati dopo la puntura di un insetto?

Si sono formate piccole ferite e piaghe da qualche parte sul tuo corpo, da dove esce costantemente un liquido trasparente e maleodorante?

Questi sintomi potrebbero significare che hai una stasi linfatica, correlata o meno a un’infiammazione del tuo sistema linfatico che prende il nome di linfangite.

Questa pagina di domande e risposte è stata pensata dalla Dott.ssa Luisella Troyer per aiutarti a capire se puoi essere affetto da un linfedema o da comunque da una patologia a carico del tuo sistema linfatico.

Nel leggere queste FAQ, ricorda però che esse debbono essere prese come una traccia, e che comunque non possono sostituire una visita specialistica linfologica.

Specie nel caso del linfedema e delle linfangiti, il ricorso immediato ad un Medico Linfologo è fondamentale, per iniziare immediatamente le adeguate cure e per scongiurare il peggioramento severo della situazione.

Le FAQ sulle vene varicose con le risposte della Dott.ssa Luisella Troyer

  1. Ho subito un intervento di rimozione tumorale, e dopo molti anni mi si è cominciato ad ingrossare, senza motivo, il braccio o la gamba. È normale?
  2. Esiste una qualche medicina, o comunque un trattamento farmacologico, per alleviare il linfedema e ripristinare la normale circolazione linfatica?
  3. Si è improvvisamente gonfiato un piede, una gamba o un braccio, ma non ho subito interventi chirurgici oppure traumi. Cosa può essere?
  4. Devo aspettarmi un linfedema sicuro dopo l’operazione oncologica che dovrò sostenere?
  5. Ci sono accorgimenti che posso adottare per prevenire il linfedema dopo il mio intervento chirurgico oncologico?
  6. Devo portare per tutta la vita i tutori elastici che mi sono stati prescritti per il mio linfedema?
  7. È possibile ricorrere alla chirurgia per risolvere il problema del linfedema?
  8. Dopo l’intervento chirurgico per il mio linfedema non solo non sono guarito, ma la situazione è peggiorata. Cosa devo fare?
  9. Ho febbre alta e arrossamento del braccio della gamba dopo che sono stato punto da una zanzara. Cosa sta accadendo?
  10. Perché dopo l’attacco di linfangite acuta sembra che il mio linfedema sia peggiorato?
  11. Perché l’arto affetto da linfedema diviene duro e difficile da muovere?
  12. Attualmente, esiste solo il linfodrenaggio e il linfobendaggio per combattere il linfedema?
  13. Posso sperare di fare una vita normale anche essendo affetto da linfedema?
  14. Con indosso i tutori elastici, posso praticare la mia attività sportiva?
  15. Devo eseguire una linfoscintigrafia per diagnosticare con certezza il mio linfedema?
  16. A che Medico devo rivolgermi in caso di sospetto linfedema, o per prendere in carico la mia condizione?
  17. L'uso dei diuretici può portare benefici in caso di linfedema?

1. Ho subito un intervento di rimozione tumorale, e dopo molti anni mi si è cominciato ad ingrossare, senza motivo, il braccio o la gamba. È normale?

Sì, purtroppo è un caso possibile.

Lo sviluppo del linfedema, ossia di una stasi linfatica dovuta ad un ostacolo della normale circolazione della linfa è un evento purtroppo poco prevedibile.

Sappiamo che il 20% dei pazienti oncologici, anche nel lungo periodo (cioè anni dopo l’intervento di asportazione del tumore, o comunque delle radio o chemioterapie) svilupperà poi un linfedema.

Non possiamo però sapere quando questo accadrà: a volte, si sviluppano situazioni di linfedema anche dopo molti anni dall’operazione oncologica.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

2. Esiste una qualche medicina, o comunque un trattamento farmacologico, per alleviare il linfedema e ripristinare la normale circolazione linfatica?

Purtroppo, no.

Il linfedema è causato da un danneggiamento meccanico del sistema linfatico, dovuto ad un intervento invasivo esterno (ad esempio, un’operazione chirurgica di rimozione oncologica, un incidente o una radio o chemioterapia), oppure da una malformazione congenita.

Non abbiamo al momento nessun farmaco in grado di ripristinare i vasi linfatici danneggiati o rimossi, così come i linfonodi eventualmente asportati.

I farmaci disponibili, cioè specifici antibiotici, sono somministrati solo nel caso di infezioni al sistema linfatico, ma non hanno effetto sulla stasi della linfa che ‘non scorre più’ come dovrebbe, a causa di un blocco dei vasi.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

3. Si è improvvisamente gonfiato un piede, una gamba o un braccio, ma non ho subito interventi chirurgici oppure traumi. Cosa può essere?

C’è una forma particolare di linfedema, chiamata linfedema primitivo.

Tale patologia si differenzia rispetto al linfedema secondario poiché il suo sviluppo è improvviso, quasi sempre in situazioni banali (come una puntura d’insetto), a volte senza neppure situazioni di trauma.

Il linfedema primitivo è causato da una malformazione congenita del sistema linfatico che rimane ‘dormiente’ anche per molti anni, per evolversi poi in un linfedema conclamato improvvisamente.

Non sappiamo cosa, esattamente, faccia diventare sintomatica la patologia, ma sicuramente il tutto è legato ad un delicato gioco di equilibri idraulici nella circolazione della linfa che, per motivi ignoti, all’improvviso si ferma e degenera.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

4. Devo aspettarmi un linfedema sicuro dopo l’operazione oncologica che dovrò sostenere?

Non necessariamente.

Le statistiche cliniche dimostrano che solo il 20% dei pazienti oncologici sviluppa poi un linfedema conclamato.

Questa percentuale sembrerebbe aumentare se all’intervento di rimozione tumorale (con asportazione di una o più stazioni linfonodali) segue poi un ciclo di radio o chemioterapia.

Tuttavia, lo sviluppo di un linfedema, sempre a livello statistico, per l’80% dei casi è risparmiato.

Non possiamo comunque prevedere o meno l’insorgenza della patologia: questo perché il sistema linfatico, entro certi limiti, ha una sua capacità di adattamento, e la linfa può comunque trovare vie alternative per scorrere ed essere drenata, che bypassano la zona danneggiata dall’intervento.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

5. Ci sono accorgimenti che posso adottare per prevenire il linfedema dopo il mio intervento chirurgico oncologico?

Purtroppo non è possibile prevenire il linfedema con apposite terapie, ma possono essere dati comunque consigli medici per minimizzare il rischio che ciò accada.

Tali consigli si basano sull’uso preventivo dei tutori elastici, di particolare ginnastica post-oncologica, di eventuale ciclo preventivo di linfomassaggio.

Sebbene questi atteggiamenti possano sicuramente minimizzare la probabilità dello sviluppo sintomatologico del linfedema, essi comunque non possono escluderne l’insorgenza.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

6. Devo portare per tutta la vita i tutori elastici che mi sono stati prescritti per il mio linfedema?


Sì, la terapia elastocompressiva è parte integrante della Terapia Complessa Decongestionante, che a sua volta è l’unica arma efficace per contrastare il linfedema.

L’uso giornaliero degli appositi tutori elastici, realizzati su misura e regolarmente revisionati e sostituiti, assicura al paziente un’ottima qualità di vita, e tiene sotto controllo la stasi linfatica, impedendole di aumentare in maniera abnorme.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

7. È possibile ricorrere alla chirurgia per risolvere il problema del linfedema?

Allo stato attuale della medicina e della chirurgia, non è possibile riparare o ricostruire parti del sistema linfatico danneggiate o asportate.

La terapia chirurgica attuale, quindi, non mira a ricostruire qualcosa che non è possibile ricostruire, ma mira a creare dei collegamenti artificiali (shunt) tra i vasi linfatici e le vene, nel tentativo di aggirare il blocco linfatico che è causa del linfedema.

I risultati di questa metodologia sono però scarsi e insufficienti, nella migliore delle ipotesi.
Molto più comunemente, i risultati semplicemente non ci sono.

In qualche caso, la chirurgia è anzi peggiorativa della situazione, poiché va a danneggiare ulteriormente parti sane del sistema linfatico, nel tentativo di eseguire gli shunt.

Per questi motivi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato come “Gold Standard” per il trattamento del linfedema esclusivamente la Terapia Complessa Decongestionante.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

8. Dopo l’intervento chirurgico per il mio linfedema non solo non sono guarito, ma la situazione è peggiorata. Cosa devo fare?

L’insuccesso della chirurgia shunt nel trattamento del linfedema è un evento statisticamente comune, anzi: è l’evento di maggior probabilità.

Il problema è che spesso tale tipo di intervento non solo non migliora le condizioni del paziente, ma anzi le peggiora, poiché altre parti sane del sistema linfatico vengono danneggiate nel tentativo di creare delle anastomosi artificiali tra vasi linfatici e venosi.

La gestione dei pazienti già operati con micro-chirurgia linfatica è particolarmente complessa, poiché spesso la terapia fisioterapica è ostacolata dalla presenza di tessuto fibrotico, risultato inevitabile della chirurgia.

C’è bisogno di un fisioterapista con grande esperienza per trattare pazienti già operati con la chirurgia linfatica, che necessitano quindi di particolari attenzioni, ben superiori ad altri pazienti.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

9. Ho febbre alta e arrossamento del braccio della gamba dopo che sono stato punto da una zanzara. Cosa sta accadendo?

Molto probabilmente, si è sviluppata una linfangite, cioè un’infezione batterica delle vie linfatiche.

Datosi che la zona del corpo dove si è sviluppato il linfedema è naturalmente immunodepressa, per via del ridotto apporto dei linfociti causato dal blocco linfatico, essa è anche più delicata e debole nella resistenza batterica.

Ciò vuol dire che anche piccolissime lesioni, come per l’appunto le punture d’insetto, possono essere la porta di accesso preferenziale per i batteri che, approfittando del calo localizzato delle difese immunitarie, attaccano i vasi del sistema linfatico dando origine alla linfangite.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

10. Perché dopo l’attacco di linfangite acuta sembra che il mio linfedema sia peggiorato?

Perché ogni linfangite peggiora la situazione complessiva del sistema linfatico, e danneggia ulteriormente i vasi linfatici rimasti sani.

Ecco perché è di importanza fondamentale la prevenzione delle linfangiti, che si ottiene esclusivamente con visite linfologiche regolari (su base annuale o semestrale), con la somministrazione programmata della Terapia Complessa Decongestionante e, non meno importante, sull’uso giornaliero dei tutori elastici, regolarmente revisionati.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

11. Perché l’arto affetto da linfedema diviene duro e difficile da muovere?

Perché la linfa, dopo un certo tempo che ristagna nello spazio interstiziale, coagula ed indurisce.

La linfa è un liquido di scarto prodotto dal metabolismo cellulare, composto in larga misura da proteine e, solo in minima parte, da grassi ed acqua.

Le proteine, essendo delle macro-molecole polimeriche, dopo un po’ dalla loro produzione, se non opportunamente drenate dal sistema linfatico e smaltite da fegato e reni, si stabilizzano in uno stato solido.

Questo fa coagulare la linfa, che a sua volta fibrotizza il linfedema, rendendo l’arto del paziente duro e difficile da muovere.

La difficoltà di movimento è forse il sintomo più invalidante per il paziente, che spesso non riesce a compiere anche i più comuni gesti quotidiani.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

12. Attualmente, esiste solo il linfodrenaggio e il linfobendaggio per combattere il linfedema?

Essenzialmente, sì.

Non è ancora possibile ricostruire o sostituire parti danneggiate del sistema linfatico con la medicina e la chirurgia attuale, quindi il linfedema è, per sua stessa causa, una patologia cronica, ad andamento peggiorativo.

Per questi motivi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito la Terapia Complessa Decongestionante come il “Gold Standard” per il trattamento del linfedema.

Soffri di linfedema?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

13. Posso sperare di fare una vita normale anche essendo affetto da linfedema?

Assolutamente sì.

I moderni tutori elastici, di eccezionale qualità e di incredibile leggerezza e comfort, uniti all’eccellenza della Terapia Complessa Decongestionante e rigorosi e periodici controlli medici, possono garantire una vita del tutto normale al paziente.

Hai un problema circolatorio o linfatico?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

14. Con indosso i tutori elastici, posso praticare la mia attività sportiva?

Certamente.

Indossando i tutori elastici e tenendo sotto controllo il linfedema con sedute periodiche di Terapia Complessa Decongestionante e visite mediche, è possibile praticare qualsiasi sport, o comunque attività.

Il paziente affetto da linfedema non si deve sentire quindi menomato, né invalido: i moderni elastocompressori sono costruiti su misura, sono comodi e permettono di fare qualsiasi tipo di attività.

Hai un problema circolatorio o linfatico?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

15. Devo eseguire una linfoscintigrafia per diagnosticare con certezza il mio linfedema?

La linfoscintigrafia è un esame diagnostico d’eccellenza per studiare con precisione la situazione del sistema linfatico, sia profondo che superficiale.

Viene prescritta esclusivamente dal Medico Linfologo, dopo adeguata visita clinica, per diramare qualsiasi dubbio sulla situazione del paziente.

È un esame che può o non può essere prescritto, a discrezione del Medico, che lo usa, solitamente, per accertarsi che il suo sospetto sia veritiero.

Solitamente è comunque un esame di routine prescritto per ogni paziente linfatico, soprattutto quelli con un sospetto di linfedema primitivo.

Hai un problema circolatorio o linfatico?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

16. A che Medico devo rivolgermi in caso di sospetto linfedema, o per prendere in carico la mia condizione?

Lo specialista sanitario idoneo per diagnosticare e trattare i casi di linfedema è il Chirurgo Vascolare (conosciuto spesso anche come Angiologo) specializzato però nella Linfologia.

In Italia, il problema della Linfologia è particolarmente sentito ed importante: non esiste infatti una scuola di specializzazione dedicata, e il settore ricade nella Chirurgia Vascolare.

Il problema vero è che la Chirurgia Vascolare considera i problemi linfatici ‘di serie B’ rispetto a quelli arteriosi (inferiori anche ai problemi flebologici, cioè delle vene), e la specializzazione e lo studio su questa branca della Medicina è quindi cronicamente assente, o comunque molto in ritardo rispetto al resto d’Europa.

Ecco perché il Medico Linfologo è un Chirurgo Vascolare che ha acquisito sul campo grande esperienza: solo quella, difatti, può davvero aiutare i pazienti linfatici.Hai un problema circolatorio o linfatico?
Sono qui per aiutarti, scrivimi

17. L'uso dei diuretici può portare benefici in caso di linfedema?

Assolutamente no, anzi: peggiora la condizione patologica.

Difatti, l'uso dei diuretici comporta una diminuzione della parte liquida della linfa, ma non della parte proteica.

Questo facilita la coagulazione del liquido interstiziale, velocizzando la sua fibrotizzazione in caso di stasi linfatica.

Ergo: il linfedema non solo non migliora, ma diviene ancora più duro e fibrotico.

Ecco perché, in caso di linfedema diagnosticato con certezza, l'uso dei diuretici andrebbe sempre evitato.

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare specializzata nelle patologie linfatiche, in oncologia linfatica e in vulnologia.

Nella sua trentennale professione si è focalizzata sulla cura e sul trattamento (anche chirurgico) delle lesioni croniche a decorso ulcerativo, sulla corretta diagnosi e terapia del linfedema e sulla particolare cura e gestione del paziente oncologico pre e post chirurgia.

È uno dei pochi Medici in Italia ad occuparsi della complicata gestione dei pazienti con linfedema primitivo (congenito), e particolare attenzione è stata sempre rivolta alla diagnosi e alla gestione della paziente affetta da lipedema, malattia per la quale la Dottoressa ha sempre richiesto l’adeguato riconoscimento come reale patologia, distaccata dalla semplice obesità o adiposità localizzata.

Il suo approccio terapeutico per i pazienti linfatici è basato sulla Terapia Complessa Decongestionante, e su un follow-up preciso, puntuale e costante, comprensivo di particolare riguardo alla cura della cute e al linfobendaggio.

Come Medico Estetico, la Dottoressa si è specializzata in particolare riguardo sul benessere e la salute delle gambe, ideando nuovi approcci chirurgici per la risoluzione del lipedema (la Liposuzione a Zone Selettive) e il protocollo estetico ElastSkin, per la riduzione significativa della cellulite e della lassità cutanea di cosce e caviglie.

La Dott.ssa Luisella Troyer è Chirurgo d’Urgenza nel reparto vulnologico del Piede Diabetico dell’Istituto Clinico Città Studi di Milano, e visita privatamente presso il suo studio Salus Mea in centro città, in Via della Moscova 60.

Specializzata anche in proctologia e nella risoluzione della patologia emorroidale, nel suo studio risolve i casi più complicati emorroidi patologiche, utilizzando l'avanzata tecnica a scleromousse stabilizzata con aria sterilizzata.

Nel suo ambulatorio privato, eroga terapie avanzate per la riduzione del pannicolo adiposo di cosce e glutei, terapie sclerosanti e Terapia Complessa Decongestionante.
A Milano, se sei affetto da una ferita cronica che non guarisce, soffri di stasi linfatica, un accumulo abnorme di grasso, varici e vene varicose o semplicemente vuoi il benessere per le tue gambe, la Dott.ssa Luisella Troyer può aiutarti: semplicemente, chiamala.

Vuoi parlare con la Dottoressa?
La Dottoressa è qui per aiutarti.
Lasciale ora il tuo numero, e ti richiamerà subito.* *Compatibilmente con la gestione dei pazienti e degli interventi medici e chirurgici

Soffri di pelle delle gambe cadente, prolassata e disidratata?
Affidati all'eccellenza medica del protocollo ElastSkin

Medicina estetica e lifting della pelle a Milano

ElastSkin è il protocollo medico-estetico ideato dalla Dott.ssa Luisella Troyer, che consente di riportare elasticità, tono e idratazione della pelle ad alti livelli, senza ricorrere alla Chirurgia Plastica.

Il protocollo, ideato dalla Dott.ssa Troyer dopo la sua lunga esperienza con i più noti inestetismi delle gambe, può essere applicato con successo anche alle pazienti affette da cellulite, lipedema e invecchiamento precoce della pelle.

I risultati sono sbalorditivi: pelle immediatamente più tonica, più liscia, più idratata e più elastica.

Senza dolore, senza chirurgia: solo con la tua nuova pelle bellissima, come sei tu.

Clicca qui e chiama il 348.96.89.650 per richiedere un trattamento ElastSkin!

Non puoi pagare subito un trattamento?
La Dottoressa ti permette di pagare con calma, senza interessi

Medicina estetica e lifting della pelle a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è prima di tutto un Medico, che ha dedicato la sua intera vita professionale alla Medicina, e al benessere dei propri pazienti.

Ciò vuol dire che, per lei, il mero guadagno è totalmente secondario alla salute dei pazienti. Anche di quelli che, per le mille difficoltà della vita, avrebbero bisogno di trattamenti che non possono però onorare sul momento.

Perciò, ogni trattamento della Dottoressa può essere pagato senza finanziamento, senza alcun tipo di interessi e senza lucro, ratealmente da tre a dodici mesi.

Senza intercessione bancaria e senza finanziarie: solo con la garanzia del rapporto fiduciario Medico-paziente.

Affinché tu stia semplicemente bene, a prescindere dalla tua capacità di spesa.

Clicca qui e chiama il 348.96.89.650 per avere tutte le informazioni sui pagamenti rateali!

Hai paura di perdere i risultati ottenuti con tanto sforzo?
La Dottoressa ti aiuta: pacchetti mantenimento 12 mesi tutto incluso

Medicina estetica e lifting della pelle a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico che opera in scienza e coscienza, sempre.

Sa perfettamente che molti trattamenti, anche se estremamente efficaci, hanno bisogno di regolare manutenzione nel tempo, per non perdere i vantaggi ottenuti, spesso con molto sforzo.

Ecco perché, per ogni trattamento con protocollo ElastSkin (Radiofrequenza Medica, Elettroporazione Medica, ultrasuoni HiFu) ti propone un conveniente e vantaggioso piano di mantenimento, che copre tutti e 12 i mesi dell'anno.

Ad un costo calmierato, nell'esclusivo interesse della tua salute.

Così tu non dovrai preoccuparti di nulla, e le tue gambe rimarranno sempre belle e in salute: gli operatori specializzati e i Clinici dell'equipe della Dottoressa si prenderanno cura di te con un piano di mantenimento personalizzato, che ti consentirà di rilassarti ed essere sempre sicura, curata e in salute.

Perché per la Dottoressa tu non sei una semplice paziente: sei un'amica e una persona speciale, da proteggere ed aiutare tutto l'anno.
Proprio come i veri amici fanno.

E la Dottoressa è sempre tua amica, una vera amica.

Clicca qui e chiama il 348.96.89.650 per richiedere il tuo piano di mantenimento personalizzato!

Sei incinta e hai le gambe gonfie e dolenti?
La Dottoressa è qui per aiutare te e il tuo bambino

Cura delle vene varicose e delle caviglie gonfie per le donne in gravidanza

La Dott.ssa Luisella Troyer ha giurato di proteggere la tua vita e la tua salute, sempre.
Anche, e forse soprattutto, in un momento estremamente importante e delicato, come quello che ti sta portando a divenire mamma.

La Dottoressa sa bene che, durante la gravidanza, le tue gambe sono costantemente provate dal peso del tuo bambino.
Questo le porta a divenire spesso gonfie, dolenti, pesanti.

In molti casi, la gravidanza è l’inizio di una degenerazione dei tessuti delle vene della futura mamma, che sfocia poi in una cronica insufficienza venosa, con la comparsa di dolenti vene varicose.

Proprio per questo, dal frutto della sua trentennale esperienza, la Dottoressa ha ideato il protocollo medico “Mamma Protetta”, che può aiutarti a prevenire le patologie vascolari e a preservare la salute delle tue gambe.

Per gambe belle, sane e in salute anche nel periodo più speciale della tua vita: la Dottoressa è sempre con te!

Clicca qui e scopri il protocollo "Mamma Protetta" per la salute delle tue gambe in gravidanza!

Sei affetta da lipedema e devi intervenire chirurgicamente?
Affidati al protocollo chirurgico della Dott.ssa Luisella Troyer

Liposuzione specifica per il lipedema Lipedema Reduction Surgery

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare specializzata nel lipedema e nel trattamento di tutte le dismorfie del pannicolo adiposo degli arti inferiori.

Oltre trent'anni fa, è stata uno dei primi Medici ad ipotizzare la presenza della nuova patologia scollegata dall'obesità, conosciuta ora come lipedema.

La costante ricerca clinica su questa grave dismorfia che colpisce esclusivamente le donne le ha permesso di sviluppare un nuovo protocollo chirurgico specificatamente pensato per il lipedema.

Assieme al Dott. Alberto Gallucci, Chirurgo Plastico esperto nelle dismorfie gravi del grasso umano, la Dottoressa ha quindi ideato il protocollo di Liposuzione a Zone Selettive.

Un protocollo innovativo che si basa sul rispetto dei tessuti sani della paziente, sull'intervento localizzato in micro-zone e su un piano terapeutico che comprende il protocollo estetico ElastSkin.

Un aiuto d'eccellenza per le molte donne che, ogni giorno, soffrono sia piscologicamente che fisicamente per una patologia non decisa da loro, tutt'ora poco conosciuta in Italia, che ne causa spesso esclusione sociale e profonda sofferenza.

Clicca qui e scopri la Liposuzione a Zone Selettive per combattere il lipedema!

Soffri di emorroidi patologiche e dolorose?
La Dottoressa può aiutarti a risolverle per sempre

Cura delle emorroidi patologiche a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare specializzata in Proctologia avanzata.

Nel suo studio di Via della Moscova somministra trattamenti di ultima generazione per la cura delle emorroidi patologiche, del tutto indolori.

Potrai quindi eliminare definitivamente le tue emorroidi che ti tormentano da tanto tempo, con il trattamento avanzato di scleromousse stabilizzata con aria sterilizzata.

Dall'esperienza medica d'eccellenza, un trattamento di alta qualità per liberarti per sempre dal problema delle emorroidi.

Veloce, sicuro, definitivo, totalmente indolore: finalmente, l'unica valida alternativa all'intervento chirurgico.

Clicca qui e scopri come liberarti per sempre e senza dolore dalle tue emorroidi!

Hai varici grandi ed antiestetiche sulle gambe?
La Dottoressa può eliminarle senza chirurgia e senza dolore

Cura delle emorroidi patologiche a Milano

La Dott.ssa Luisella Troyer è specializzata nel rimuovere vene varicose anche di grandi dimensioni senza ricorrere alla chirurgia, con trattamenti mini-invasivi e totalmente indolore.

Trent'anni di esperienza medica e continua ricerca scientifica di alto livello le hanno permesso di padroneggiare le migliori terapie sclerosanti a guida ecografica, efficaci, sicure e rapide, per risolvere anche i casi più complicati di vene varicose.

Nello studio della Dottoressa potrai ripristinare la bellezza e la funzionalità delle tue gambe, eliminando per sempre le anti-estetiche e pericolose varici in tutta tranquillità, con sedute indolore e di breve durata.

La grande medicina angiologica sicura, affidabile ed efficace, frutto della costante ricerca medica.

Affinché tu possa tornare a stare bene con le tue gambe, senza più dolori, pruriti o pesantezza, tipici delle vene varicose.

Clicca qui e scopri come liberarti per sempre e senza dolore dalle tue varici!

Hai una polizza assicurativa Unisalute?
La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico convenzionato

Medico convenzionato con Unisalute

Se hai una polizza Unisalute, puoi effettuare una visita in convenzione con la Dott.ssa Luisella Troyer.

La Dott.ssa Luisella Troyer è infatti un Medico convenzionato con Unisalute: le visite ed i trattamenti della Dottoressa in regime ospedaliero possono quindi esserti rimborsati o direttamente prenotati dalla tua assicurazione, secondo il tuo piano sanitario.

Chiedi tutte le info al nostro centralino chiamando il 348.96.89.650: saremo felici di aiutarti.

Condividi questa pagina

Vuoi prenotare una visita con me online? Fallo da qui

Se vuoi prenotare rapidamente una visita con me nel mio studio di Milano in Via della Moscova, 60 (fermata MM2 Moscova), puoi farlo comodamente da qui.

Clicca sul pulsante PRENOTA UNA VISITA qui in basso, e scegli il primo appuntamento disponibile in modalità sicura e protetta, grazie a Miodottore.it

Luisella Troyer - MioDottore.it

Mandami un messaggio. Sono qui per aiutarti.

Angiologo Milano - Cura del linfedema e del lipedema

Compila il modulo sottostante e verrai ricontattato entro 24 ore.
Ricorda che, per obblighi deontologici (e anche per buon senso) non posso effettuare diagnosi a distanza.
Tutti i miei eventuali consigli o pareri non potranno mai sostituire una visita specialistica.

Tutti i campi con * sono obbligatori.

*

Questo modulo è sicuro e protetto da Google reCAPTCHA
Le tue gambe belle,
come le hai sempre desiderate.
La Dottoressa specializzata solo per le tue gambe, da oltre 30 anni.
Le tue gambe belle,
come le hai sempre desiderate.
La Dottoressa specializzata solo per le tue gambe, da oltre 30 anni.
I miei pazienti dicono:
‟Dopo anni di soldi e salute spesi inutilmente, finalmente un medico umano e comprensivo.
Questa è la medicina che voglio!”
Michela
‟Ho subito un intervento di ricostruzione di un linfovaso ma con esiti drammatici.
Grazie alla Dottoressa vivo ancora."
Andrea
‟Bisogna ascoltarla e perserverare nel trattamento decongestivo: solo così si ottengono eccellenti risultati col linfedema." Diego